Attacchi via email hanno un impatto per il 74% delle aziende

Barracuda, fornitore leader di soluzioni di cloud enabled ha reso noti i principali risultati dell’indagine 2019 Security Trends. Commissionata da Barracuda, la ricerca ha coinvolto stakeholder IT di tutto il mondo per comprendere le loro esperienze e gli atteggiamenti nei confronti dello stato attuale della sicurezza email.

L’indagine è basata sulle risposte fornite da 660 executive, liberi professionisti e team manager che operano in ruoli legati alla sicurezza IT in America, Emea e Apac. La ricerca ha coinvolto aziende piccole, medie e grandi in settori che spaziano dalla tecnologia ai servizi finanziari, dall’istruzione alla sanità, dal manifatturiero alla PA, alle telecomunicazioni, al retail. Le domande erano tese a raccogliere dati su phishing, minacce interne e Office 365 e i relativi impatti sul business, la spesa in sicurezza e i costi delle violazioni.

Globalmente, lo studio indica che mentre la maggior parte dei professionisti IT tende ad avere ora più fiducia nei propri sistemi per la protezione email rispetto a un anno fa, gli attacchi continuano ad avere un impatto significativo per le aziende.

I risultati più significativi sono:

  • Gli attacchi veicolati dall’email hanno un impatto diretto sul business (oltre che sulle vite personali dei professionisti della sicurezza IT)
    • Il 74% degli intervistati ha dichiarato che gli attacchi email hanno un impatto importante sulle aziende.
    • Gli effetti più spesso citati sono la diminuzione della produttività del personale, il downtime e l’impossibilità di lavorare, i danni alla reputazione del team IT.
    • Quasi tre quarti degli intervistati riferisce di avere sofferto alti livelli di stress, che li portano a preoccuparsi della sicurezza anche quando non sono al lavoro, e di essere costretti a lavorare di notte e nei fine settimana per risolvere i problemi di sicurezza email.
  • Phishing e ransomware causano le maggiori preoccupazioni
    • Il 43% delle organizzazioni è stato vittima di attacchi spear-phishing negli ultimi 12 mesi.
  • Crescono i costi degli attacchi e i danni economici
    • Il 78% delle organizzazioni afferma che i costi degli attacchi email sono in crescita.
    • Il 66% ammette che gli attacchi hanno comportato un costo monetario diretto nel corso dell’ultimo anno.
    • Quasi un quarto degli intervistati riferisce che il costo degli attacchi per la loro organizzazione è stato di almeno 100.000 dollari.
  • Le persone continuano a essere l’anello debole nelle strategie di difesa
    • Oltre tre quarti delle organizzazioni ammette che i propri collaboratori non sono in grado di identificare le email sospette.
  • Crescono le preoccupazioni rispetto alle minacce interne e Office 365
    • Il 79% dei professionisti IT dice di essere preoccupato per gli attacchi e le violazioni provenienti dall’interno dell’azienda.
    • Il 92% degli utenti di Office 365 esprime timori per la sicurezza.

In conseguenza della proliferazione e del successo degli attacchi email, i professionisti della sicurezza IT devono essere continuamente concentrati sull’evoluzione e la diffusione di phishing, ransomware e altre minacce e migliorare la protezione con soluzioni che vadano oltre i tradizionali gateway.

Il report completo è disponibile qui.

 

Copia & Incolla: perché questo titolo? Perché i contenuti di questa categoria sono stati pubblicati SENZA ALCUN INTERVENTO DELLA REDAZIONE. Sono comunicati stampa che abbiamo ritenuto in qualche modo interessanti, ma che NON SONO PASSATI PER ALCUNA ATTIVITÀ REDAZIONALE e per la pubblicazione dei quali Tech Economy NON RICEVE ALCUN COMPENSO. Qualche giornale li avrebbe pubblicati tra gli articoli senza dire nulla, ma noi riteniamo che non sia corretto, perché fare informazione è un’altra cosa, e li copiamo ed incolliamo (appunto) qui per voi.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here