Con la Digital Transformation dipendenti più felici

Il 62% dei dipendenti delle aziende europee che hanno adottato l’automazione si dichiara più soddisfatto. Inoltre, il 71% riporta una maggiore soddisfazione dei clienti, il 72% ammette un miglioramento della produttività e il 62% dichiara di usufruire di più tempo da dedicare alle attività creative. Sono i dati che emergono dall’ultima ricerca ServiceNow® (NYSE: NOW), azienda leader nell’erogazione di workflow digitali cloud-based. Inoltre, due terzi del campione afferma che l’automazione ha migliorato le performance finanziarie della propria organizzazione e quasi la metà crede di aver beneficiato di una maggiore creazione di .

I dipendenti europei dichiarano che la digitalizzazione consente di automatizzare i task operativi e quindi permette di svolgere compiti e attività più significative (64%). Nonostante questo, solo il 27% delle aziende ha automatizzato i processi, lasciando oltre due terzi delle attività scoperte e manuali.

I dipendenti sono più preoccupati dai cambiamenti che dalle macchine

Si è creata molta retorica sul tema della “paura delle macchine”. I dipendenti sembrano però più preoccupati dai cambiamenti, piuttosto che dal fatto che un robot possa occupare il loro posto di lavoro:

  • Il 31% teme di dover imparare nuove competenze o processi e il 28% è preoccupato di dover cambiare il modo in cui lavora
  • Solo il 17% è preoccupato di perdere il proprio lavoro
  • I dipendenti delle aziende altamente digitali affermano di beneficiare di una maggiore creazione di lavoro (42%), in confronto al 23% nelle aziende meno automatizzate
  • L’86% del campione vede l’AI come il futuro del lavoro
  • Solo il 16% ha paura di essere comandato da una macchina

I dipendenti vogliono imparare e migliorare le competenze digitali

  • Il 66% del campione desidera imparare o migliorare le proprie digital skill
  • Il 15% afferma che il proprio lavoro richiede competenze digitali avanzate
  • Il 75% crede di possedere le capacità digitali richieste per il proprio lavoro
  • Solo il 18% riscontra delle difficoltà nell’adattarsi a processi di lavoro digitali

Maggiore successo finanziario

I dipendenti delle aziende più automatizzate affermano che la propria azienda ha riportato una crescita nelle revenue, migliorato gli obiettivi finanziari e ottenuto più profitti rispetto ai competitor

  • Il 55% dei dipendenti nelle aziende più automatizzate vede una maggiore profittabilità rispetto ai competitor. Nelle aziende meno automatizzate la percentuale è del 31%
  • Nelle aziende altamente automatizzate, il 21% vede una profittabilità di molto superiore, rispetto al 5% nelle altre aziende
  • Il 36% delle aziende automatizzate, afferma di aver superato i propri obiettivi finanziari. In assenza di automazione la percentuale scende al 16%

“Le aziende altamente automatizzate utilizzano i flussi di lavoro digitali per semplificare attività complesse, rispondere rapidamente alle necessità degli utenti e sviluppare un approccio proattivo alla gestione”. Afferma Mauro Solimene, AVP Mediterranean ServiceNow. “L’automazione permette ai dipendenti di recuperare il tempo altrimenti speso per attività non soddisfacenti e focalizzarsi su task più significativi. Il risultato è una maggiore efficienza, produttività e soddisfazione per il lavoro svolto, in confronto alle aziende con un più alto numero di operazioni manuali”.

“Attività come risolvere i problemi dei clienti sono critiche per la soddisfazione sia dei clienti che dei dipendenti. La domanda che devono porsi le aziende è come possono organizzarsi per poter avere questi benefici”. Conclude Mauro Solimene.

 

Copia & Incolla: perché questo titolo? Perché i contenuti di questa categoria sono stati pubblicati SENZA ALCUN INTERVENTO DELLA REDAZIONE. Sono comunicati stampa che abbiamo ritenuto in qualche modo interessanti, ma che NON SONO PASSATI PER ALCUNA ATTIVITÀ REDAZIONALE e per la pubblicazione dei quali Tech Economy NON RICEVE ALCUN COMPENSO. Qualche giornale li avrebbe pubblicati tra gli articoli senza dire nulla, ma noi riteniamo che non sia corretto, perché fare informazione è un’altra cosa, e li copiamo ed incolliamo (appunto) qui per voi.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here