CallForGrowth: cercasi startup italiane per progetti innovativi

Una “call for idea”, ovvero l’apertura a nuove idee e soprattutto a giovani realtà italiane quella lanciata da Eni in partnership con la piattaforma di open innovation growITup, tramite il progetto CallForGrowth, finalizzato a individuare e valutare progetti all’avanguardia per la digitalizzazione di specifiche aree.

Nella consapevolezza che si fa innovazione sposando anche un modello aperto alle soluzioni di soggetti diversi, CallForGrowth ha l’intento di far emergere nuove idee per valorizzare i servizi all’interno delle aree di rifornimento carburanti, per aumentare il grado di interattività dei manuali operativi  per accrescere le iniziative a favore della salute e sicurezza delle persone Eni.

A essere chiamate in causa  le startup italiane con consolidato Technology Readiness Level (TRL) che, entro il 21 gennaio, possono aderire alla call individuando il settore in cui immaginano soluzioni all’avanguardia.

Dopo la fase preliminare di screening, le startup saranno coinvolte in un Selection Workshop, che si svolgerà a nel mese di febbraio, in cui Eni, in collaborazione con il team di growITup, valuterà le soluzioni più vicine alle proprie esigenze di innovazione e attiverà un percorso di collaborazione che potrà sfociare in una partnership commerciale, tecnologica o industriale. Le migliori startup individuate avranno la possibilità di collaborare con Eni in un percorso di crescita continua, che prevede appunto scambio e apertura come fondamenta dell’innovazione aperta.

Sogniamo una stazione di servizio aperta 24 ore su 24 – dice Luigi Lusuriello, Chief Digital Officer Eni, nel video di presentazione del progetto – ma fatta a misura d’uomo, che semplifichi la vita di ogni giorno e che sia sostenibile. Cerchiamo soluzioni innovative che possano migliorare la sicurezza e la salute della persona, facendo crescere la qualità della vita sul luogo di . Vogliamo cambiare i nostri manuali operativi rendendoli più smart, più digital”. Questo il motivo per cui Eni si è aperta al confronto con realtà giovani ma con importanti potenzialità. “Vogliamo innovare insieme” – afferma Lusuriello.

Da tempo, infatti, la di Eni, che passa da oltre 150 progetti attivati, è caratterizzata da apertura a collaborazioni con soggetti tecnologicamente avanzati e veloci nei propri processi operativi e di lavoro, che possano portare nuove competenze e soprattutto nuovi talenti nel processo di cambiamento dell’azienda.

In collaborazione con Eni

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here