Visions

Droni come fenomeno di costume o Drone It Better?

Sono passati ormai più di 4 anni dalla pubblicazione del Regolamento ENAC sui SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto, di seguito denominati “”), atto che di fatto ha dato il via all’utilizzo dei droni a scopo professionale ed alla nascita di un nuovo settore lavorativo. Quello dei droni è un mondo che coinvolge numerose categorie di aziende e professionisti, quali, ad esempio, quella degli operatori, dei costruttori, degli assemblatori, dei rivenditori, dei manutentori, dei consulenti, degli assicuratori, dei piloti, delle scuole di volo e così via. Tutto il settore, però, si regge su un comune pre-requisito, e cioè quello della esistenza di un mercato dei servizi di lavoro aereo espletati tramite droni.

Le peculiarità di questo settore, costituito oggi da tante aziende di piccole o piccolissime dimensioni, riflette la consistenza del mercato stesso; una consistenza scarsa e caratterizzata da una crescita lenta. Le associazioni, quindi, in questa fase, hanno una grande importanza. Da esse ci si attende un lavoro che favorisca le partnership tra le aziende, e che tuteli le numerose microimprese; le tuteli nei confronti del legislatore, degli Enti deputati al controllo ed anche nei confronti dell’abusivismo.

Molto importante è anche il lavoro da fare nella direzione della divulgazione, attraverso una corretta informazione. Fino ad oggi, purtroppo, l’informazione attraverso i media si è orientata più al sensazionalismo che alla concretezza, rappresentando i droni come un fenomeno di costume. Tuttavia il mercato indubbiamente esiste, ed è destinato a crescere. Basti pensare a quante applicazioni trovano impiego nei vari settori professionali.

Il 23 febbraio a Pescara si svolgerà la quarta edizione di Drone it Better, il ciclo di incontri organizzato da ASSORPAS per raccontare alle comunità locali (e in particolare alla Pubblica Amministrazione, alle Forze dell’Ordine e agli Ordini Professionali) le applicazioni professionali dei piccoli droni e il modo per usarli in sicurezza.

L’edizione di Pescara oltre agli interventi dedicati a illustrare il Regolamento MAPR e le norme di sicurezza, tratterà anche alcune applicazioni specifiche, ponendo degli esempi concreti. È il caso della individuazione delle coperture in cemento-amianto (eternit) attraverso l’utilizzo di sensori multipiattaforma, metodica applicata con successo in diverse regioni italiane. Ancora, l’ispezione di un ponte autostradale per mezzo di droni e ROV subacquei, le sue esperienze nel campo dell’agricoltura di precisione, con telerilevamento nell’ambito della coltivazione del tabacco, e l’tilizzo di camere multispettrali a bordo di droni per il monitoraggio di specie vegetali soggette a stress causato da un cantiere all’interno di una zona protetta.

Interventi di rappresentanti dell’ENAV saranno finalizzati a illustrare la strategia nazionale per la gestione del traffico aereo generato dagli APR e di ENAC sulla sicurezza ed utilizzo dello spazio aereo.

ASSORPAS proporrà 2 contributi: assicurazione per le attività professionali e uso degli APR nell’ambito della P.A. Come di consueto la manifestazione, a ingresso libero, sarà articolata in un convegno mattutino associato a due workshop pomeridiani.

Antonello Di Matteo

Antonello Di Matteo

Ingegnere, pilota ed istruttore APR, è il founder di Air Abruzzo, Azienda che opera nel settore dei servizi aerei con droni.
Socio di Assorpas dal 2015, è oggi il delegato per il centro Italia dell’Associazione.

Facebook Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
Share This