Digital Trends

#IIoT ovvero l’Internet Industriale delle Cose nel settore trasporti: il caso Daimler

Negli Stati Uniti il settore industriale rappresenta quello di maggiore interesse per il settore privato con un fatturato di ben 6.1 miliardi di dollari. A livello internazionale il settore industriale rappresenta oltre un quarto del valore totale dei privati di cui il 48% allocato nella regione Asia-Pacifico, il 26% nel Nord America, e il 24 % in Europa Occidentale. La leadership della regione asiatica è dovuta principalmente dalla notevole dimensione dell’industria manifatturiera cinese.

La digitalizzazione indubbiamente può aiutare i produttori ad affrontare una vasta gamma di sfide, tra cui: la riduzione dei cicli di vita dei prodotti; il rimodellando della supply chain per contrastare la concorrenza globale; la riduzione dei rifiuti attraverso una maggiore operatività, la produttività del lavoro, e  un migliore utilizzo delle risorse; una diminuzione dei costi energetici e delle materie prime volatili; un miglioramento della salute e sicurezza dei lavoratori. La digital transformation è anche fondamentale per quei produttori che cercano di rendere la transizione incentrata sulla produzione del prodotto ad altri modelli di business orientati ai servizi. Secondo un recente Report CISCO, nel 2015, il settore è riuscito infatti a raggiungere solo il 24 % ($ 409.000.000.000) del potenziale valore legato all’utilizzo del digitale.

IL CASO

La rinascita della produzione in Nord America sta alimentando la crescita del settore autotrasporti, che soffre comunque di importanti oscillazioni di . L’azienda DTNA della ha scelto la tecnologia come elemento di differenziazione strategica per consentire operazioni più flessibili e contribuire a consolidare la sua leadership nel mercato.

L’azienda, con oltre mille dipendenti, è il più grande produttore di autocarri pesanti nel Nord America e uno dei principali produttori di autocarri medi e leggeri e veicoli commerciali specializzati, tra cui i marchi famosi come Freightliner, Western Star, Freightliner personalizzato Telaio, Thomas edile, e Detroit.

La DTNA ha deciso di aggiornare la rete di produzione della Western Star per l’impianto a Portland, in Oregon, per garantire un supporto ai clienti più flessibile e di migliore qualità.

LE SOLUZIONI TECNICHE

DTNA ha scelto e Rockwell Automation come partner strategici per la progettazione e la distribuzione di una nuova rete basata sulla Ethernet Converged Plantwide (CPwE).

Sono state unite le reti informatiche e di automazione in un unico ambiente sicuro, gestibile e convergente attraverso la connessione sicura e affidabile di Cisco Aironet. In questo modo, ad esempio, i team leader e i supervisori sono in grado di comunicare all’interno della struttura attraverso telefoni wireless che mettono in comunicazione il magazzino. Dopo aver installato la nuova rete, l’azienda è in grado di utilizzare i dispositivi wireless per confermare le configurazioni degli autocarri, verificare i livelli di fornitura, recuperare materiali dal magazzino e confermare lo status dell’autocarro in tempo reale. I dati vengono trasmessi in modo sicuro al top management per supportare il processo decisionale. Il Software-defined networking (SDN) supporta anche a distanza la risoluzione dei problemi per ridurre al minimo i tempi di inattività quando le apparecchiature necessitano di manutenzione o riparazione.

I BENEFICI 

La DTNA ha definito e stabilito un’architettura pratica di automazione per colmare il divario di funzioni tra l’IT tradizionale e l’OT (Tecnologia Operativa, ovvero controlli e automazione).

L’intervento in azienda ha portato a:

  • migliore agilità ed efficienza nelle attività e nei servizi erogati;
  • una connettività più sicura ed affidabile;
  • analisi in tempo reale dei dati finalizzata a supportare il processo decisionale;
  • riduzione al minimo dei tempi di inattività;
  • adozione di strumenti innovativi sul piano della produzione
  • incremento della collaborazione tra i lavoratori;
  • operazioni e processi più efficienti grazie al costante monitoraggio.

 

Facebook Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
Share This