Messaggi online e da mobile, è boom: saranno 160 mila miliardi all’anno entro il 2019

Nuovi dati provenienti da Juniper Research dimostrano che il traffico proveniente da messaggistica e online raggiungerà cifre impressionanti: 160.000 miliardi all’anno entro il 2019, in crescita rispetto 94.200 miliardi del 2015, pari a circa 438 miliardi di messaggi inviati e ricevuti dagli utenti su base giornaliera entro il 2019. Queste cifre comprendono SMS, MMS, IM (), Social Media ed E-mail.

L’anno scorso, spiega Juniper Research, le e-mail hanno rappresentato la quota maggiore del traffico pari a circa 35.000 miliardi di messaggi all’anno, anche se quasi l’80% di tali mail (28.000 miliardi) può essere classificato come spam. Tuttavia, entro i prossimi 12 mesi gli instant message supereranno le storiche e-mail, dice la società di , generando quasi 43.000 miliardi di messaggi all’anno. Tra le ragioni che hanno portato al boom della messaggistica istantanea di certo il costo irrisorio dei servizi di IM che ha contribuito a spostare l’attenzione degli utenti che hanno abbandonato gli sms. Tanto che oggi Tencent QQ, WhatsApp e Wechat vantano più di 400 milioni di utenti attivi, con la sola WhatsApp che segnala oltre 30 miliardi i messaggi inviati al giorno.

Tuttavia, la ricerca ha scoperto che le imprese continuano a considerare i sistemi di messaggistica one to one, appliation to person, come gli sms, più affidabile e sicuri rispetto a quelli istantanei soprattutto per servizi di verifica e notifica, portando i ricavi A2P a più di 70 miliardi entro il 2019, rispetto ai 62.8 di quest’anno. E per il futuro la parola d’ordine sembra: evoluzione, se è vero che molti player OTT stanno progressivamnete diversificando la propria offerta spostandosi verso servizi differenti come sta facendo ad esempio Snapchat con il servizio Snapcash.

 

Facebook Comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here