National Crime Agency, Intel e Trend Micro: accordo contro le minacce informatiche in UK

La National Crime Agency del Regno Unito ha stretto un accordo con Intel Security e con Trend Micro al fine di contrastare la criminalità in rete. Nello specifico, l’accordo servirà a mappare più velocemente gli attacchi che vengono compiuti danni delle organizzazioni presenti sul territorio della Gran Bretagna, aiutando l’agenzia di intelligence nell’identificazione degli attacchi e rintracciando i gruppi organizzati.

Andy Archibald, direttore della Cyber ​​Crime Unit della NCA, ha dichiarato che negli ultimi dieci mesi i rapporti tra l’agenzia e le società di si sono intensificati e le collaborazioni hanno aiutato la NCA ad arrestare persone nel Regno Unito accusate di mettere in atto vari tipi di minacce informatiche, dai malware al riciclaggio di denaro. “Le società di sicurezza hanno una grande comprensione delle minacce grazie a ciò che vedono giorno per giorno“, ha dichiarato alla BBC. “Loro svolgono un ruolo importante per comprendere e individuare da chi e da dove provengono gli attacchi”.

Archibald ha spiegato che la NCA ha bisogno di una visione globale dei rischi preseti in rete e degli attacchi che colpiscono le persone e le organizzazioni nel Regno Unito: esattamente i dati che le società di sicurezza sono in grado di fornire, le quali saranno preziose per aiutare a rivelare anche con quali tecnologie sono messe in atto le aggressioni. Raj Samani, direttore tecnico in Europa per Intel Security, ha dichiarato: “Come azienda, otteniamo una buona visibilità degli attacchi più importanti, i tipi più diffusi e i paesi da cui sembrano provenire la maggior parte di loro“.

Samani ha tenuto a precisare che negli ultimi 10 mesi di collaborazione tra la NCA e le imprese di sicurezza, sono riusciti a fermare molti gruppi organizzati e molti tipi di aggressioni informatiche: “abbiamo iniziato lavorando su Gameoverzeus e Cryptolocker, poi su Blackshades, poi su Shylock, su Ramnit, su Simda e abbiamo appena concluso il su Beebone“.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here