Roaming in Ue: da oggi dimezzati i costi del traffico dati, -20% su chiamate e sms

Scatta da oggi il taglio dei costi di roaming in Europa. Un taglio più che dimezzato per quanto riguarda il traffico dei dati. Le nuove tariffe imposte dall’Unione Europea, infatti, prevedono una riduzione del 55,5% dei prezzi per navigare su internet in un altro paese europeo, passando dai 45 centesimi attuali per megabyte ai 20.

Anche per le chiamate e gli sms la riduzione è di oltre il 20%: per effettuare una telefonata il costo massimo sarà di 19 centesimi al minuto Iva esclusa contro i 24 attuali (pari a -21%), per riceverla 5 cent/min (contro 7, -28,5%) e per inviare un sms 6 cent (contro 8, -25%).

C’è ancora spazio però per le promozioni. Gli operatori europei potranno anche offrire condizioni speciali per i servizi di permettendo di scegliere un operatore locale nel paese di destinazione per servizi dati quali mail, notizie online, foto e video.

Una notizia positiva peri i viaggiatori che in questo modo potranno confrontare le tariffe di roaming di operatori diversi e scegliere le offerte più adatte al proprio portafoglio.

Rispetto al 2010, oggi il costo di e tablet dall’estero è 25 volte in meno mentre per le chiamate e gli sms i costi si sono ridotti fino al 90% dal 2007, quando Bruxelles ha cominciato ad intervenire. La Commissione ha proposto l’abolizione completa delle tariffe di roaming dal 2016, mentre l’Europarlamento ha anticipato a Natale 2015.

Ora tocca però ai singoli stati membri dell’ trovare un’intesa. “Sono fiduciosa che entro Natale 2015 i costi del roaming saranno aboliti per sempre“, ha dichiarato la commissaria Ue all’agenda digitale Neelie Kroes, augurando che per la fine dell’anno il Consiglio – che sarà sotto la presidenza italiana – raggiunga un accordo per eliminare del tutto le tariffe roaming.

Facebook Comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here