Trimestrale, Google: utile netto sale, ricavi a +19%

cresce ma non abbastanza. Almeno secondo Wall Street, Mountain View chiude il primo trimestre con un utile netto in aumento del 3% a 3,45 miliardi di dollari su ricavi in crescita del 19% a 15,4 miliardi di dollari. Un incremento, quest’ultimo, che non basta: i ricavi sono sotto le attese e il titoli perdono in Borsa nelle contrattazioni after hour, arrivando a cedere il 5%.

“Abbiamo completato un altro fantastico trimestre. I ricavi di Google sono saliti del 19% a 15,4 miliardi di dollari. Abbiamo introdotto molti miglioramenti, soprattutto nel mobile. Sono soddisfatto anche dei progressi nelle nostre attività emergenti” afferma l’amministratore delegato di Google, Larry Page. I click a pagamento sono aumentati del 26% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e scesi di circa l’1% rispetto al quarto trimestre del 2013. A preoccupare gli analisti è il costo per click, sceso del 9% rispetto a un anno fa e stabile rispetto al quarto trimestre del 2013. Google sta rivedendo la propria strategia, adeguandosi al passaggio dai personal computer agli smartphone e tablet. Un cambio che riduce i guadagni pubblicitari di Google: il piccolo schermo limita la voglia di shopping dei consumatori e rende le aziende pubblicitarie a voler pagare meno per conquistare i consumatori.

Le minori entrate pubblicitarie si aggiungono all’agguerrita concorrenza, con Facebook e altri colossi che cercano di insidiare il dominio di Google nell’online. A pesare sui conti di Google anche le assunzioni: la forza è aumentata, a fine marzo, a 49.829 unità dalle 47.756 unità del 2013.

Facebook Comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here