Ue: dalla Commissione europea 85 milioni per progetti su sicurezza online

La Commissione europea mette a disposizione 85 milioni di euro per finanziare progetti per la . L’iniziativa si inserisce nell’ambito del programma di e Horizon 2020, in cui i temi della cyber-security e della privacy online trovano spazio sia nel pilastro ‘sfide sociali’ che in quello dedicato alla leadership nelle tecnologie industriali e abilitanti. Obiettivo della Commissione europea è sviluppare soluzioni ICT affidabili, che garantiscano un ambiente digitale sicuro.

Dopo i 350 milioni di euro in questi settori strategici, nel 2014 si prevede tale investimento di altri 85 milioni di euro per supportare progetti in grado di affrontare diverse sfide, dall’assicurare l’anonimato nell’utilizzo delle applicazioni al garantire l’autenticità dei componenti degli smartphone.

La Commissione fornisce, a titolo esemplificativo, gli esempi concreti di 6 progetti, messi a punto grazie fondi , che si muovono in tal senso:

  1. ABC4Trust: che lavora sulle credenziali personali e testerà le Attribute-Based Credentials (ABC) di tutela della privacy, che consentono all’utente di fornire solo le informazioni richieste per l’autenticazione, senza rivelare però l’identità completa;
  2. SECURED: progetto che intende rendere più sicuri gli strumenti pensati per proteggere i dispositivi dalle minacce online, come antivirus, firewall e parental control;
  3. HINT: in questo caso l’obiettivo è rendere impossibile clonare o modificare l’hardware di un dispositivo;
  4. PCAS: progetto che intende sviluppare un dispositivo che permetta agli utenti di memorizzare in modo sicuro i propri dati e condividerli con applicazioni affidabili;
  5. TDL-Trust in Digital Life: una comunità che incoraggia l’industria a sviluppare tecnologie innovative e affidabili e che permetta agli utenti e alle imprese di giudicare da sé se i loro dispositivi, applicazioni e servizi sono sufficientemente affidabili;
  6. ACDC-Advanced Cyber Defence Centre: progetto pilota che intende mettere a punto un centro europeo avanzato di cyberdifesa focalizzato sui botnet, una rete formata da dispositivi informatici collegati ad e infettati da malware, controllata da un’unica entità.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here