Cina: approvato progetto per aprire ai privati il mercato mobile

La ha approvato un progetto pilota che permette alle imprese private sfruttare i tre maggiori provider di telecomunicazioni dominanti del paese per offrire propri servizi di telefonia mobile, introducendo, di fatto, la concorrenza nel  più grande mercato mondiale per la telefonia mobile.

Le autorità cinesi, secondo quanto riportato da Reuter, hanno approvato che 11 ” virtuali” vettori privati, “rivendano” servizi di telecomunicazioni mobili; un’apertura, riportata sul sito Ministero dell’Industria e dell’Information Technology ( MIIT ), che permette privati di offrire sconti od offerte attraenti cittadini, favorendo la concorrenza in un mercato dominato da imprese di proprietà statale China Mobile, China Telecom e China Unicom Hong Kong.

“E ‘ una pietra miliare. Attirerà investimenti privati ​​, e di stimolare la concorrenza e l’ nel settore delle telecomunicazioni … dando una vasta gamma di consumatori maggiore scelta e un servizio migliore “, ha detto il ministero nella dichiarazione ufficiale online.

Un panorama dalle opportunità vastissime, se si considera il volume di utenti su cui possono contare le telco cinesi: China Mobile, che domina il mercato domestico, ha oltre 760 milioni di abbonati, China Unicom e China Telecom seguono con 280 e3 185 milioni di utenti rispettivamente. Tra le 11 aziende “prescelte” ci sono Net.cn , una controllata del colosso online Alibaba, la rivale Jingdong e il maggiore rivenditore cinese di telefonia mobile, D.Phone.

 

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here