Market

Automotive: al CES le macchine intelligenti del futuro

Il di Las Vegas 2013 non è solo telefonia o televisione. Quest’anno la tradizionale fiera dell’elettronica di consumo sancisce il sodalizio tra l’ e l’industria hi-tech. Presentata da Audi, l’auto che esce dal parcheggio in autonomia funziona grazie a sensori installati sia nella macchina, sia nei parcheggi. Unico neo: per poterla sperimentare bisognerà aspettare la prossima decade, così come servirà tempo per vedere sulle strade le auto che si guidano da sole, un’altra delle tante novità portate a Las Vegas, in questo caso da Audi e Toyota.

Il CES propone poi un’ampia carrellata di gadget e applicazioni forse meno sensazionali, ma che promettono di semplificare gli spostamenti, aumentare la sicurezza e offrire intrattenimento.

Non sembra molto lontano il tempo in cui l’auto comunicherà la sua posizione al sistema informatico della casa in modo che il forno possa accendersi e preparare la cena al momento giusto, o la sveglia deciderà quando suonare in base alle condizioni del meteo e del traffico. E l’ottimizzazione del tempo non finisce qui. Grazie all’hi-tech l’auto al mattino potrà diventare un ufficio, dove dettare un’email senza togliere le mani dal volante, come promette Bmw, o farsi leggere il giornale, con un’applicazione di Ford. A indicare il percorso ci saranno navigatori sempre più efficienti come quello di Garmin, che fornisce indicazioni sulla base di ciò che vede il guidatore e invita a girare non al terzo incrocio, ma dopo la farmacia o l’edicola. Quando si rientra, poi, c’è spazio per l’intrattenimento. Chevrolet, ad esempio porterà a breve su Spark e Aveo lo streaming audio di TuneIn, che sintonizza su 70mila stazioni radio di tutto il mondo.

Il sistema Blue Link di Hyundai, invece, saprà indicare i luoghi di interesse nei dintorni, tra cui i ristoranti e le loro recensioni. Una volta a casa, infine, potrebbe venire il dubbio di aver chiuso l’auto, ma non c’è problema: Chrysler offrirà una connessione alla rete 3G che trasforma l’auto in un hotspot e, all’occorrenza, consente di chiudere le portiere con un’app ovunque ci si trovi.

Facebook Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
Share This