UE: la sentenza dell’antitrust USA su Google “non ha implicazioni dirette” sull’indagine della Commissione

La decisione presa dall’Antitrust americana, che ha di fatto “scagionato” Mountain View dalle accuse di violazione della concorrenza,  “non ha implicazioni dirette” sull’indagine “al momento ancora in corso” da parte della Commissione Ue.

Lo ha assicurato un portavoce dell’esecutivo comunitario, che ha “preso nota” delle conclusioni a cui è giunta la Federal Trade Commission degli Usa, per cui non ci sono prove che abbia favorito in modo anticoncorrenziale i propri servizi nelle ricerche online. Il responsabile della concorrenza Ue, , aveva incontrato il presidente del colosso di Mountain View Eric Schmidt il 18 dicembre a Bruxelles e, in seguito all’incontro, aveva deciso di “continuare la di un accordo“.

La disputa tra Google e la Comunità Europea va avanti da tempo: Bruxelles contesta a Google di aver abusato della sua posizione dominante, facendo uso di pratiche anticoncorrenziali nella visualizzazione dei risultati delle ricerche verticali e dei contenuti di parti terze, nell’esclusività degli accordi e nella portabilità delle campagne pubblicitarie.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here