Apple cambia idea. I device verranno certificati per la sostenibilità ambientale

costretta a tornare sui suoi passi. La compagnia aveva deciso di non partecipare più al sistema di certificazione, relativo all’impatto ambientale dei propri device, dell’Electronic Product Environmental Assessment Tool ().

L’EPEAT, creata attraverso finanziamenti dell’Agenzia Federale per la Protezione dell’Ambiente e di diversi produttori di dispositivi elettronici, è un’organizzazione di certificazione USA attiva nel settore della compatibilità ambientale dei prodotti elettronici. Rilascia un certificato device che rispettano determinati criteri inerenti la riciclabilità, l’efficienza energetica e la minimizzazione dell’impatto ambientale.

Apple non aveva spiegato la propria decisione, ma membri di EPEAT avevano sostenuto che la direzione presa nel dei nuovi dispositivi della compagnia non era compatibile con gli rispettati dall’organizzazione.

La società, dopo le pressioni di molti consumatori è stata, però, costretta a cambiare idea e rientrare nel sistema di certificazione. Bob Mansfield, vice presidente responsabile hardware della società, ha scritto una lettera sul sito web di Apple ribandendo il costante impegno della compagnia verso l’ambiente e annunciando che i prodotti saranno di nuovo certificati. “Riconosco che è stato un errore. Da oggi , tutti i prodotti idonei tornano in EPEAT.

Il vicepresidente riconosce apertamente che la revisione della decisione arriva a causa delle pressioni dei consumatori. Particolare attenzione da parte dei media aveva, ad esempio, suscitato la decisione della città di San Francisco di non acquistare più i prodotti Apple; decisione subito rivista dopo l’annuncio del rientro nel sistema di certificazione.

Una piccola vittoria per l’ambiente e per il , anche se nella lettera Mansfield parla di prodotti idonei, che hanno i requisiti (eligible), cosa che potrebbe far pensare ad un rientro parziale nel sistema con alcuni prodotti che non otterranno la certificazione ambientale.

Facebook Comments

1 COMMENT

  1. A parte lo scivolone mediatico, che con Steve Jobs non sarebbe mai avvenuto, la cosa più grave è che la Mela ha mentito dicendo che era uscita dalla certificazione ambientale perché ormai inadeguata. Ha dimostrato così di fregarsene dell’ambiente e di pensare solo al fatturato, ma c’è da scommettere che la cosa non finisce qui: http://www.creuzanews.com/?p=1455

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here