Verizon, boom di vendite ma utili in rosso

ha chiuso il quarto trimestre del 2011 con ricavi per 18, 3 miliardi di dollari, un utile operativo di 6,4 miliardi e una perdita netta di 2,02 miliardi di dollari rispetto ad un utile netto di 2.64 miliardi di dollari dello stesso periodo dell’anno precedente.

In parte a generare la significativa perdita hanno contribuito gli oneri straordinari, peraltro preannunciati, legati al fondo pensioni aziendale. L’altra parte di responsabilità è da ricercarsi nel il boom delle vendite di smartphone nell’ultimo quadrimestre dell’anno, periodo nel quale Verizon ha venduto 7,7 milioni di smartphone di cui circa il 56% di iPhone, per 4,3 milioni di pezzi.

Ma come è possibile che un boom di vendite possa generare delle perdite? Il motivo è presto detto. Gli acquisti di smartphone sono generalmente sussidiati, ovvero sovvenzionati dalle compagnie telefoniche, che attraverso offerte promozionali contano di recuperare il costo dell’apparecchio in un arco di tempo di 24 mesi. Questo per invogliare i clienti a sottoscrivere un abbonamento e contando sul fatto che consumi e servizi riescano a recuperare l’investimento iniziale che è a carico della compagnia telefonica. Per questo a maggiori vendite di telefonini corrisponde di solito una maggiore perdita nel trimestre in esame.

 

Facebook Comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here