copia&incolla

Tutte le ansie da lavoro agile

Sono spesso chiamati ‘nativi digitali’, ma cosa succede quando i millennial esperti di tecnologia fanno i conti con le pratiche diffuse nei luoghi di tradizionali? Grazie a un sondaggio con oltre 25.000 persone in tutto il mondo, Polycom ha scoperto che molti luoghi di non accettano l’approccio flessibile e connesso che i giovani lavoratori adottano, con il 66% dei millennial che si sentono giudicati e si preoccupano del fatto che i loro colleghi possano pensare che non stiano lavorando abbastanza sodo, quando sono lontano dall’ufficio.

La richiesta di flessibilità per lavorare ovunque sta diventando sempre più comune, dal momento che sempre più giovani si domandano se i modi tradizionali di lavorare abbiano ancora senso per loro. La flessibilità del posto di lavoro è già realtà comune, con il 70% dei millennial che lavorano ovunque o comunque spesso, e solo il 15% non lo fa mai. Nel frattempo, l’ufficio non è necessariamente il primo punto di riferimento per lavorare, in quanto il 67% dei millennial decide di lavorare da remoto, lontano dall’ufficio, per dare una scossa positiva alla propria produttività.

E per la generazione di persone che sono a proprio agio con Skype, FaceTime o Snapchat nelle loro vite personali, utilizzare la videoconferenza in team al lavoro è un passaggio naturale. Non è quindi una sorpresa che l’indagine di Polycom abbia rilevato che l’83% dei millennial utilizzano la collaborazione video ogni settimana.

Osservando lo stress dei propri genitori oberati di lavoro, sempre più millennial sono desiderosi di intraprendere un percorso diverso; l’indagine evidenzia come il 72% preferisca lavorare ovunque così da avere più attenzione rispetto all’equilibrio tra lavoro e vita privata. E questo equilibrio è messo più a repentaglio quando i millennial iniziano ad avere bambini, con il 45% già genitori, e quando il tempo per se stessi è ancora più vitale. I millennial sono anche più propensi dei gruppi più anziani a lavorare ovunque per avere tempo per essere più creativi, fare esercizio fisico o dedicarsi ad altri hobby.

Quindi, cosa possono fare le aziende per supportare i membri più giovani del loro team?

“Essere trasparenti circa le regole e le aspettative è davvero importante”, afferma Billie Hartless, Chief HR Officer di Polycom. “Quasi i tre quinti di millennial (il 57%) chiedono che le risorse umane forniscano linee guida chiare sulla politica di dell’azienda, in modo da sapere esattamente con cosa stanno lavorando. Molti di loro (il 59%) hanno anche voluto che la stessa politica fosse per tutti in tutta l’azienda – non solo per i genitori o i più alti funzionari. In questo modo, tutti possono trarre vantaggio dal lavorare ovunque”.

La cosa principale per tutti è che la tecnologia sia semplice da usare, che sia in grado di metterli in collegamento ai loro colleghi, cosa fondamentale per mettere a proprio agio i millennial quando lavorano in modo flessibile – il sondaggio ha messo in luce come il 61% desideri solo che la propria azienda fornisca loro la giusta tecnologia.

“Quando le aziende supportano il lavoro agile (da qualsiasi luogo), è già una vittoria: una migliore produttività per l’azienda e una maggiore soddisfazione per i propri dipendenti millennial”, ha dichiarato Hartless. “La domanda è: lo faranno?

 

Copia & Incolla: perché questo titolo? Perché i contenuti di questa categoria sono stati pubblicati SENZA ALCUN INTERVENTO DELLA REDAZIONE. Sono comunicati stampa che abbiamo ritenuto in qualche modo interessanti, ma che NON SONO PASSATI PER ALCUNA ATTIVITÀ REDAZIONALE e per la pubblicazione dei quali Tech Economy NON RICEVE ALCUN COMPENSO. Qualche giornale li avrebbe pubblicati tra gli articoli senza dire nulla, ma noi riteniamo che non sia corretto, perché fare informazione è un’altra cosa, e li copiamo ed incolliamo (appunto) qui per voi. 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This