copia&incolla

Dalla Customer Experience alla Phygital Experience

Molte organizzazioni aziendali, specificamente tutte quelle realtà che dispongono di punti di contatto fisici con i clienti – dal settore retail a quello finanziario, dal comparto pubblico a quello privato –, stanno vivendo una fase di profonda trasformazione delle modalità di interazione con i consumatori dovuta all’avvento delle tecnologie digitali, all’introduzione di nuovi modelli di consumo e alla caduta delle tradizionali barriere di settore.

Via via che aziende e consumatori adottano tecnologie allo stato dell’arte che spingono più in là i livelli di connettività, integrazione, usabilità e scalabilità, i touchpoint che accolgono fisicamente questi consumatori evidenziano limiti e inadeguatezze. Sull’onda della trasformazione digitale, il cliente iperconnesso è diventato l’indiscusso protagonista dei mercati, obbligando il punto di contatto tra azienda e cliente a estendersi abbracciando il mondo virtuale e la realtà fisica degli oggetti e degli ambienti tra loro connessi in rete. Sia questo punto di contatto un negozio, un’agenzia, una filiale o un esercizio pubblico.

Le tecnologie “phygital” – per la convergenza appunto tra mondo fisico e digitale – giocano un ruolo fondamentale ai fini di una personalizzata e di qualità. Reti wireless, cloud, Internet of Things, bots, intelligenza artificiale, realtà aumentata e virtuale offrono nuovi modelli d’interazione, semplicità d’uso e migliore esperienza d’acquisto ai consumatori, e contestualmente garantiscono più efficienza ed efficacia alle aziende, con la possibilità di implementare attività avanzate di proximity e customer analysis.

Un’indagine di condotta su oltre 7.000 consumatori europei evidenzia che il 21% utilizza il proprio device mobile per effettuare un acquisto mentre è dentro un negozio, che il 36% consulta per informazioni il proprio device prima di completare l’acquisto in negozio, e che il 30% verifica la disponibilità del prodotto presso un altro punto vendita. Offrire una migliore esperienza d’uso in-store a questi consumatori significa trasformare un potenziale acquirente in un cliente. 

Non è un caso che in Italia, secondo IDC, il 65% delle grandi aziende considera la capacità di offrire servizi di qualità e una customer experience superiore una priorità degli investimenti di trasformazione digitale: concentrare l’attenzione sull’interazione fisica e virtuale con il cliente genera opportunità e vantaggi che vanno ben oltre l’aumento della fedeltà e della redditività.

Questi temi saranno proprio al centro di due incontri dal titolo Dalla Customer Experience alla Phygital Experience organizzati da TIM e Cisco Meraki in collaborazione con IDC Italia che si terranno il 3 ottobre a Milano e il 17 ottobre a Bologna.

Daniela Rao, senior research and consulting director di IDC, ed esperti di TIM e Cisco Meraki, con l’aiuto anche di casi aziendali di eccellenza, spiegheranno come la convergenza tra mondo fisico e digitale stia assumendo sempre più un ruolo chiave per offrire ai consumatori digitali un’esperienza nuova, personalizzata e di qualità. In particolare, si evidenzierà come una rete Wi-Fi, gestita in cloud  da TIM con un sistema di autenticazione che permette la navigazione dei clienti nei negozi, nelle agenzie e negli esercizi pubblici, sia fondamentale per entrare in contatto con clienti e implementare attività di direct e proximity marketing, e di Big Data Analytics.

 

Copia & Incolla: perché questo titolo? Perché i contenuti di questa categoria sono stati pubblicati SENZA ALCUN INTERVENTO DELLA REDAZIONE. Sono comunicati stampa che abbiamo ritenuto in qualche modo interessanti, ma che NON SONO PASSATI PER ALCUNA ATTIVITÀ REDAZIONALE e per la pubblicazione dei quali Tech Economy NON RICEVE ALCUN COMPENSO. Qualche giornale li avrebbe pubblicati tra gli articoli senza dire nulla, ma noi riteniamo che non sia corretto, perché fare informazione è un’altra cosa, e li copiamo ed incolliamo (appunto) qui per voi. 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This