copia&incolla

IDC: leggerezza, flessibilità e design per i nuovi PC

Il mercato italiano dei personal computing device (PCD), che include (desktop, notebook e workstation) e (slate e detachable), raggiungerà 6,6 milioni di consegne nel 2017, in declino del 5,8% rispetto al 2016, secondo International Data Corporation ().

Continua a crescere l’interesse per le soluzioni convertibili, ultraleggere e detachable sia in ambito business che consumer. Questa tipologia di device, grazie alla loro versatilità, raggiungerà 1,6 milioni di unità consegnate nel 2017, il 18,0% in più rispetto al 2016. La loro crescita sarà costante e IDC stima che le unità consegnate nel 2021 raggiungeranno 2,6 milioni, con un CAGR del 14,3% rispetto al 2017.

Adottare soluzioni mobili rappresenta una priorità sempre più forte per gli utenti che utilizzano dispositivi per uso personale o commerciale. Molti vendor operanti nel mercato PCD stanno puntando a estendere il loro portafoglio focalizzandosi sull’innovazione e sulla versatilità, con lo scopo di offrire prodotti in grado di rispondere a diverse esigenze, ma anche di aumentare la produttività degli utilizzatori. Le consegne di soluzioni notebook tradizionali, d’altro canto, continueranno a diminuire. Infatti, IDC stima che la quota di mercato dei notebook traditionali sulle consegne totali PCD rappresenterà il 23,2% nel 2017 e il 14,0% nel 2021.

Nel mercato PC italiano, ultraleggeri e convertibili continuano ad avere riscontri altamente positivi, nonostante il mercato PCD sia previsto in declino per tutto il 2017. Se da un lato queste soluzioni sono in grado di soddisfare le richieste dei consumatori in termini di , leggerezza ed eleganza, senza compromettere la loro prestazione, dall’altra gli ultraleggeri e i convertibili sono ottimi per rispondere alle necessità piu varie, che vanno dalla digital transformation fino alla security in ambito aziendale.

“Nonostante la ripresa economica in Italia sia lenta e il mercato PCD in declino, le preferenze si stanno spostando verso soluzioni più portabili di un computer tradizionale. In particolare, la quota di mercato di questi dispositivi sulle consegne totali PCD crescerà dal 23,4% nel 2017 al 39,5% nel 2021, segno che aziende e consumatori guardano sempre con più attenzione a soluzioni dotate di design, sottigliezza, flessibilità e versatilità che non compromettano la performance del dispositivo”, afferma Andrea Minonne, research analyst, IDC Western Europe Personal Computing.

IDC

Fondata nel 1964, IDC (International Data Corporation) è la prima società mondiale specializzata in ricerche di mercato, servizi di consulenza e organizzazione di eventi nei settori IT, TLC e dell’innovazione digitale. Oltre 1.100 analisti a copertura di 110 Paesi del mondo mettono a disposizione a livello globale, regionale e locale la loro esperienza e capacità per assistere il mercato della domanda e dell’offerta nella definizione delle proprie strategie tecnologiche e di business a supporto della competitività e crescita aziendale. IDC fa parte del gruppo IDG, società leader a livello mondiale nel settore dell’editoria, della ricerca e degli eventi in ambito tecnologico.

IDC’s Quarterly PCD Tracker provides unmatched market coverage and forecasts for the entire device space, covering PCs and tablets, in more than 80 countries — providing fast, essential, and comprehensive market information across the entire personal computing device market.

For more information on IDC’s EMEA Quarterly Personal Computing Device Tracker or other IDC research services, please contact Vice President Karine Paoli on +44 (0) 20 8987 7218 or at kpaoli@idc.com. Alternatively, contact your local IDC office or visit www.idc.com.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This