Digitaliani

5 buone ragioni per passare da Automazione a Automazione Connessa

L’automazione, ovvero il processo che consente l’impiego di sistemi di controllo per gestire macchine e processi, non sempre è sufficiente. Perché quando l’automazione si trasforma in automazione connessa grazie all’Internet delle cose, si porta valore nelle soluzioni e si può contare su livelli più elevati di sicurezza ed efficienza.

E’ il caso di , azienda che dal 1990 sviluppa sistemi di automazione globale per i laboratori di analisi cliniche e che, grazie all’adozione dell’approccio Connected Machine di Cisco, ha messo le macchine al centro della business intelligence garantendo in questo modo la centralità alle persone e ai servizi a loro rivolti.

Perché scegliere un approccio di automazione connessa?

1. Per garantire affidabilità e tracciabilità

Le macchine connesse in rete possono dare informazioni utili a ottimizzare l’operatività, avere il controllo totale sulla produzione e progettare nuovi servizi bansandosi sull’attendibilità delle informazioni precise raccolte sul campo. Gli impianti realizzati da Inpeco – che raggiungono i laboratori di tutto il mondo – permettono un approccio completamente automatizzato della gestione dei campioni biologici che abbatte il rischio di errore umano e soprattutto consente la tracciabilità delle provette di tutti i laboratori. L’obiettivo dell’azienda è infatti sia quello di garantire la massima affidabilità delle attività di laboratorio e, di conseguenza, la tutela della salute del paziente che quello di ottenere feedback dagli impianti per un controllo puntuale dello stato di funzionamento per programmare interventi tempestivi e ridurre al contempo i costi.

2. Per essere operativi sempre

Gli impianti nascono per operare interconnessi alla rete al fine di poter monitorare da remoto eventuali malfunzionamento nei laboratori dei clienti. “Questo – afferma Francesco Ciuccarelli, CIO Inpeco – ci permette di prevedere eventuali anomalie e programmare in modo proattivo interventi correttivi, da remoto o sul posto”. La possibilità di intercettare problemi e intervenire anche da remoto evita rallentamenti nella produzione e permette di risparmiare sui costi dei servizi “sul posto”.
“Un sistema centralizzato di gestione e controllo ci permette, per esempio, di rilasciare gli aggiornamenti dei software da un unico repository centrale sicuro, anziché da fonti o supporti che possono generare problemi di sicurezza”

3. Per raccogliere dati utili a migliorare i servizi

I dati raccolti da Inpeco grazie alla Connected Machine sono alla base delle attività di ricerca e sviluppo di nuove automazioni. Le soluzioni adottate sono dotate di router che comunicano con un hub centrale in un sistema adatto al funzionamento in un ambiente di laboratorio andando a costruire così un’infrastruttura intelligente di dispositivi e oggetti collegati che condividono informazioni e consentono analisi dei dati. “Aver dotato i nostri impianti di dispositivi di connessione – continua Ciuccarelli – ci consente di capitalizzare la grande mole di dati che è possibile raccogliere sulle macchine durante il loro funzionamento e utilizzarli per migliorare ancora le soluzioni che progettiamo”.

4. Per aumentare il livello di sicurezza

Tutte le comunicazioni sono cifrate e autenticate e garantiscono pertanto lo scambio sicuro di informazioni sensibili come quelle legate alla salute delle persone.

5. Per migliorare l’efficienza

L’utilizzo di una infrastruttura composta da impianti di automazione interconnessi permette di ideare e mettere in campo servizi innovativi basati su Business Intelligence e Bid Data provenienti dal workflow del laboratorio e altre statistiche sulle prestazioni degli impianti. Sulla base dei benefici ottenuti Inpeco sta investendo in soluzioni di connettività per l’ottimizzazione dei processi interni anche in ambito Smart Logistic per applicare la tracciabilità anche alla gestione del magazzino e alla movimentazione dei materiali.
“Abbiamo aumentato il valore delle nostre soluzioni – conclude Ciuccarelli – con livelli più elevati di sicurezza ed efficienza, migliorando i processi interni e producendo dati preziosi che saranno alla base dello sviluppo di nuovi servizi”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This