ICT & Telco

ICT Development Index: Corea la migliore, Svizzera al top, Italia bocciata

Index

Per il secondo anno consecutivo, è la Corea del Sud il Paese con il più alto livello di sviluppo delle tecnologie . A decretarlo è il l’ITU (IDI), una delle misurazioni generalmente riconosciuta tra le più affidabili e imparziali.

L’ICT Development Index è elaborato partendo dalla misurazione di tre parametri:

  • Accesso, comprendente il numero di collegamenti di rete fissa e mobile ogni 100 abitanti, la velocità media dei collegamenti internet e il numero di abitazioni dotate di computer e collegamento ad Internet;
  • Utilizzo, che si riferisce all’uso di Internet nonché al numero di collegamenti di rete fissa e mobile a banda larga ogni 100 abitanti;
  • Formazione, ovvero il livello dei percorsi di formazione e le competenze ICT.

Il risultato più importante in termini di crescita è senza dubbio quello della che è arrivata a ricoprire la quarta posizione, dopo essere partita dalla nona del 2008.

In particolare, l’88,44% delle famiglie elvetiche possiede un computer e l’84,70% ha accesso a Internet. E ancora, l’87.97% delle persone utilizza la Rete, 44 individui su 100 hanno sottoscritto un abbonamento di rete fissa, mentre 97 su 100 hanno un abbonamento mobile.

Index

Fonte: ICT Development Index (IDI)

Questi e altri dati hanno permesso alla Svizzera di posizionarsi al 9º posto per il parametro “Accesso”, al 2º per “Utilizzo” e al 31º riguardo la “Formazione”.

Ben diversa la situazione italiana, 37ª, in perdita di una posizione rispetto all’anno scorso, nonostante i singoli parametri abbiano registrato un incremento rispetto al 2015. Ciò a dimostrazione che la crescita e gli investimenti nel settore ICT sono stati fatti ma non sono sufficienti a tenere il passo o ridurre il gap con i migliori Paesi.

Inizio
Share This