Digital Trends

La situazione del mobile banking sui depositi bancari

Mobile banking

Il è ormai divenuto di uso comune tra i correntisti. I siti e le app delle banche permettono agli utenti di monitorare online e in mobilità le proprie finanze e compiere le ordinarie operazioni prima svolte allo sportello. Il dato sull’uso dell’home banking, peraltro, è in forte aumento e va di pari passo con quello dell’utilizzo dei dispositivi mobili per effettuare acquisti online.

Tuttavia, ancora molti servizi di mobile banking, già implementati dai principali operatori del settore, riscuotono scarso interesse da parte dei correntisti.

È il caso del digital deposit, ossia di servizi quali il deposito per via telematica degli assegni (mediante scansione con la fotocamera del dispositivo mobile) ovvero il trasferimento di fondi per via telematica.

Una ricerca di Nielsen Company ha evidenziato come a fronte di un 47% di soggetti che controllano abitualmente la propria situazione finanziaria per mezzo dell’home banking solamente il 10% ha depositato un assegno utilizzando lo smartphone.

A livello mondiale guida il Nord America, con un utilizzo del mobile banking pari al 15%. Seguono Asia (13%), Africa e Medio Oriente (5%), America Latina ed Europa (3%).

Fonte: The Nielsen Mobile Shopping, Banking and Payment Survey Q1, 2016

Fonte: The Nielsen Mobile Shopping, Banking and Payment Survey Q1, 2016

Quali i motivi?

Gli elementi che ostano all’utilizzo del digital deposit sono essenzialmente due: la presenza di limiti di deposito su mobile e l’utilizzo di applicazioni non user-friendly.

È quanto emerge dalla ricerca2016 Mobile Deposit Benchmark Report” condotta da Mitek Systems, Inc. che ha analizzato le esperienze e le modalità di utilizzo degli strumenti da parte dei dei clienti in relazione ai 15 maggiori istituti finanziari degli Stati Uniti.

mobile-banking

Fonte: 2016 Mobile Deposit Benchmark Report

Le banche sono, dunque, chiamate a lavorare per potenziare la facilità di utilizzo delle applicazioni ed ampliare i limiti dispositivi. Ciò potrebbe far contare numeri interessanti fin da subito, considerando che gli utenti sono già in larga parte utilizzatori del mobile banking.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Shares
Share This