News

SINNOVA: innovazione chiama territorio

Giovedì 6 e venerdì 7 ottobre a Cagliari torna SINNOVA, il 4° Salone dell’ in Sardegna promosso da Sardegna Ricerche in collaborazione con l’assessorato regionale della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del territorio. Politiche regionali per la nascita e lo sviluppo delle imprese innovative, rivoluzione digitale e opportunità per la Sardegna, IoT, fintech, droni, mobilità elettrica, fabbricazione digitale, gaming sono solo alcune delle tematiche che saranno sviluppate durante la due giorni.

Incontri come questo – afferma Stefano Epifani, direttore di TechEconomy che a parlerà di digital transformation – sono importanti perché declinano il ruolo dell’innovazione sul territorio. Troppo spesso si parla di innovazione – ed innovazione digitale in particolare – generando una singolare inversione di ruoli per cui il digitale diventa l’obiettivo da raggiungere per il Paese, quando non ci si rende conto del fatto che il digitale è uno strumento per raggiungere gli obiettivi del Paese. Ed è in funzione di questi obiettivi che devono emergere le politiche sul digitale. Anche perché, curiosamente, facendo del digitale un obiettivo finisce sempre che non si conclude nulla. Ne abbiamo viste sin troppe di agende digitali: servono agende paese che si basino sul digitale”.

Innovazione legata al territorio è anche spazio ai prodotti e ai servizi di 133 aziende sarde, delle quali 66 operanti nell’ICT, 42 in altri settori (ambiente e sostenibilità; cultura e creatività; fintech; mobilità e nautica; servizi alle imprese), 9 nel turismo e beni culturali e ambientali, 7 nell’energia, 5 nella biomedicina e 4 nell’agrifood. Oltre alla Regione Sardegna (assessorato della Programmazione e dell’Industria), saranno inoltre presenti con un loro stand le Università di Cagliari e Sassari con i loro incubatori di idee, i principali centri di ricerca regionali (CRS4, Porto Conte Ricerche, IMC, Agris), nonché Ailun, Banco di Sardegna, Unioncamere, Confapi Sardegna/Aniem, Comune di Cagliari, Confidi Sardegna, ASI/Avio/DASS, ICE e Sfirs.

SINNOVA – sostiene Giorgio Pisanu, direttore generale di Sardegna Ricerche si conferma l’appuntamento annuale dell’ecosistema sardo dell’innovazione, la vetrina delle innovazioni sviluppate nell’Isola da parte di tutti gli attori dell’innovazione in Sardegna, in particolare le imprese. L’obiettivo è promuovere l’incontro tra imprese, e tra queste e le principali strutture pubbliche regionali che si occupano a vario titolo di innovazione a sostegno delle imprese (Regione, Sardegna Ricerche, Università, centri di ricerca regionali, incubatori e spazi di coworking, ecc.), per favorire accordi commerciali e di partenariato”.

La particolarità di questa edizione la spiega Valter Songini di Sardegna Ricerche: “SINNOVA 2016 fa un salto di qualità rispetto alle precedenti edizioni, aprendosi al mondo. E’ significativa la presenza di alcuni tra i principali colossi dell’industria digitale mondiale (Amazon, Huawei, Microsoft, Accenture) che hanno deciso di investire nell’Isola e di oltre 50 imprese e investitori stranieri provenienti da Paesi di tutto il mondo che saranno presenti a SINNOVA per avviare rapporti commerciali con le imprese sarde innovative“.

L’internazionalizzazione – afferma l’assessore dell’Industria, Maria Grazia Pirasè un asse strategico per dare supporto allo sviluppo e alla crescita della Sardegna. Ecco perché il nostro assessorato ha varato un programma triennale da 16 milioni affrontando per la prima volta il tema in modo trasversale, non più settore per settore ma esaminando l’intero sistema produttivo isolano. È un piano che sta già producendo effetti positivi. Una decina di reti di impresa hanno risposto al bando sull’agroalimentare e nel mese di ottobre inizieranno la promozione in forma aggregata partecipando a fiere e mostre del settore all’estero. Anche il Forum dell’ICT, organizzato in collaborazione con Sfirs e ICE, rientra in questo Piano e la formula è la stessa del Forum sull’agroalimentare svoltosi nel mese di giugno ad Alghero con la partecipazione di centinaia di aziende sarde, buyers ed esperti internazionali del settore. La Sardegna è tra le regioni con il più alto numero di start-up innovative e al secondo posto per attrazione di investimenti in capitali di rischio: il nostro obiettivo è consolidare questo andamento”.

Tutti i workshop saranno trasmessi in streaming sul canale YouTube di Sardegna Ricerche.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Shares
Share This