Focus

E-commerce: quando l’unione fa la forza. Il caso Livingo

In Italia, secondo i dati dell’Osservatorio Ecommerce B2c della School of Managament del Politecnico di Milano, l’e-commerce B2C si appresta a riportare una crescita del 17% rispetto al 2015 per un valore che dovrebbe superare i 19 miliardi di euro. A fianco all’affermazione di categorie che da tempo si sono consolidate, come elettronica di consumo e turismo, si trova anche l’arredamento. Tanto che questo segmento in Europa è uno di quelli più in crescita e con il fatturato maggiore.

Ma quali sono i problemi che un’impresa che decide di vendere on line si trova subito ad affrontare?

Sicuramente la gestione del sito sia in termini di design e presentazione dei prodotti che di di sistemi di ricerca efficaci che sappiano aiutare l’utente e guidarlo nella ricerca di un prodotto particolare. Costruito, poi, un buon “posto” in cui vendere on line non si può non prendere in considerazione la necessità di posizionarsi adeguatamente nelle ricerche che si fanno da motore di ricerca. Oltre la qualità del sito, pertanto, si deve considerare il bisogno primario di non restare isolati e poco visitati.

Proprio per ottimizzare le risorse e proporre un unico “posto” in cui vendere i propri prodotti Livingo ha costruito un aggregatore di oggetti d’arredamento e design di diverse marche, prodotti da differenti partner commerciali.

gini

Edoardo Gini, Country Manager Italia

La nostra vision – afferma Edoardo Gini, Country Manager Italia di Livingoè di arrivare nei prossimi due anni a fare di Livingo il più affermato portale di home & living in Europa. Livingo è ancora in una fase iniziale di crescita; per ora ci siamo dedicati esclusivamente all’ottimizzazione SEO e alla creazione di un modello riproducibile anche negli altri Paesi in cui opereremo. Rimangono tanti campi ancora da sviluppare come i social, la SEM e l’email marketing”.

I numeri parlano chiaro però: 5 milioni di prodotti raggruppati in 20mila categorie, 7mila marche, 400mila visitatori al mese e una crescita del 400% di visitatori negli ultimi 12 mesi.

Quattro i Paesi in cui Livingo si è affermato con successo: Germania, Spagna, Francia e Italia.

Il punto di forza di Livingo per gli acquirenti sembra essere nel design e nella usabilità, con un sistema di navigazione e filtri (per colore, marca, materiale, prezzo, shop) in grado di supportare la ricerca rapida di ciò che si ha in mente. I vantaggi per i soggetti partner che scelgono questo come “posto” in cui vendere on line sono dati dalla possibilità di avere a disposizione dati su performance, statistiche dei click e gestione dei budget che portano poi alla possibilità di avere un rendiconto periodico in automatico.

Dal 2015 – continua Gini – la divisione marketing Inhouse di Livingo lavora basandosi su una complessa strategia SEO, elaborata dall’esperto Online Marketing Manager e fondatore di Livingo Manuel Freissle. Dopo solo 15 mesi Livingo vanta già una posizione nella top 3 dei siti più visitati del segmento arredo in Italia e Spagna, alle spalle di IKEA”.

La stessa strategia SEO sarà adottata a partire da ottobre 2016 in Germania e Francia, dove è prevista nei prossimi anni una notevole crescita del comparto e-commerce nel settore arredamento.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This