News

Brandon Hall Group: come cambia la formazione con le tecnologie

La rapida espansione dell’uso delle ICT ha modificato e rivoluzionato profondamente molti aspetti della vita umana. Ad esempio, le tecnologie che consentono di erogare si sono progressivamente evolute, diventando sempre più complesse. Cloud, strumenti social e mobile hanno reso possibili nuovi approcci e, conseguentemente, esperienze formative inedite.

A tal proposito un recente report di Brandon Hall Group evidenzia i principali trend della tecnologie formative, sottolineando le priorità strategiche delle aziende nella scelta di soluzioni più moderne legate a Informal e Social Learning. I risultati ottenuti evidenziano che:

  • il 48% delle organizzazioni intervistate individua come priorità assoluta la ricerca di nuove tecnologie formative nei prossimi 12 mesi
  • l’esplorazione di nuove tecnologie mira essenzialmente a trovare strumenti social/collaborativi (43% degli intervistati) e mobile (41%)
  • la soddisfazione nei confronti delle attuali tecnologie per la formazione è bassa. Il principale motivo che spinge al cambiamento è legato all’esperienza utente, sia lato amministratore che lato utente finale
  • nonostante i loro difetti, le tecnologie formative sono fortemente correlate al miglioramento dei KPI aziendali (ricavi, produttività, engagement, costi e turnover). Anche per questo, gli investimenti in tali tecnologie sono in costante aumento.

Tecnologie Social e Mobile

All’interno del caotico ambiente formativo, le più grandi priorità tecnologiche riguardano l’adozione di soluzioni social e mobile. Attualmente la spesa per il Learning Management System () occupa circa il 39% del budget complessivo dedicato alle tecnologie formative, le aziende stanno ancora spendendo, rispettivamente, una media del 4,7% e del 4,3% per le tecnologie social e mobile, e più di un terzo delle aziende prevede che queste percentuali aumenteranno ulteriormente nel corso del prossimo anno. Più della metà delle aziende, infatti, indica i forum di discussione e le piattaforme di collaborazione come elementi essenziali, o cruciali, per il proprio business. Il 46% delle aziende ritiene che i forum di discussione siano essenziali, mentre solo l’8% li considera fondamentali per il proprio business, ma il vero problema è che solo il 5% delle aziende si dichiara soddisfatto delle funzionalità di discussione della propria attuale piattaforma.

User Experience

Il 44% delle aziende sta prendendo in considerazione di cambiare il proprio LMS. L’88% delle organizzazioni intervistate sostiene che le cause sono da ricercarsi nel desiderio di ottenere una migliore User Experience (UX). La UX è un elemento cruciale del LMS dato che è attraverso questo software che, molto spesso, avviene la prima interazione di un nuovo impiegato con l’azienda. Inoltre, con la progressiva virtualizzazione della forza lavoro, spesso rappresenta l’unica interazione tra un dipendente e la propria azienda. È evidente che la semplicità di utilizzo diventa elemento imprenscindibile all’interno del LMS. Il 43% delle aziende dichiara che un’interfaccia intuitiva ed incentrata sull’utente è una caratteristica essenziale per l’acquisto di nuove soluzioni tecnologiche legate alla formazione. Il 40% dichiara, addirittura, che la UX è un fattore cruciale.

Integrazione

L’integrazione risulta essere un fattore determinante per la scelta delle nuove soluzioni tecnologiche legate alla formazione. Il 77% delle aziende afferma che le funzionalità di integrazione sono essenziali, se non addirittura cruciali. I più comuni sistemi con i quali le tecnologie formative si integrano sono HRIS (37%), Content Management (29%) e Talent Management (28%). Per quanto riguarda le tecnologie formative, più di due terzi delle aziende indica di voler acquistare una suite di tecnologie integrate da un unico venditore. Ebbene, nonostante le API e la facilità di integrazione data dal Cloud, le aziende intervistate dichiarano di voler puntare a suite di tecnologie integrate, piuttosto che ad altre soluzioni, pur rinomate, ma non direttamente integrate fra loro.

Scarsa soddisfazione delle attuali Tecnologie Formative

Su una scala di quattro punti, il rating medio più elevato di soddisfazione dei propri ambienti di formazione (formale, informale ed esperienziale) è di 2.83, mentre il più basso è di 1.90. Un terzo delle aziende non è soddisfatto degli aspetti formali relativi alle funzionalità tecnologiche dei propri Learning Content Management System (LCMS). I contenuti rivestono un ruolo enorme nella formazione, e l’incapacità di gestirli correttamente può rappresentare una sfida. Anche la gestione di certificazioni e percorsi formativi fa segnare bassi tassi di soddisfazione. Tuttavia, gli aspetti tecnologici della formazione formale fanno riportare punteggi più elevati rispetto a quelli della formazione informale ed esperienziale. Questo mette in evidenza le differenze tra le tecnologie e le modalità che le aziende utilizzano già da tempo, rispetto alle più recenti tecnologie implementate.

KPI

La tecnologia rappresenta la chiave per erogare una formazione efficace e la sua importanza è in continua espansione. Le organizzazioni riportano notevoli miglioramenti dopo l’implementazione delle nuove tecnologie. Le aziende che non hanno segnalato alcun miglioramento, in ogni caso, indicano che le KPI sono rimaste invariate. Ad esempio, solo l’1% delle aziende ha riferito che la produttività è diminuita.
Le aziende, stanno prendendo atto del ruolo cruciale svolto dalle tecnologie formative per il miglioramento del proprio business. Quasi la metà dichiara, infatti, che le tecnologie formative rappresentano dall’1% al 5% del budget complessivo delle Risorse Umane. Il 25% dichiara percentuali che vanno dal 6% al 10% del budget, mentre l’altro 30% riporta percentuali superiori. Il 42% delle aziende prevede di incrementare tale budget durante il prossimo anno. La chiave di volta consisterà nel capire come sfruttare al meglio le nuove tecnologie (ad esempio le piattaforme social/collaborative o i dispositivi mobili), così da creare esperienze formative ancora più efficaci, mirate e coinvolgenti.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This