TEDTalks

3 TED Talks per parlare di Sharing Economy

La prima volta che ho sentito parlare di economia partecipativa è stato nel dicembre del 2010 e come spesso mi è accaduto in passato è stato Wired a trasferirmi questa conoscenza: nella foto di copertina appariva l’economista Loretta Napoleoni che nel suo lungo articolo intitolato: “L’economia del mutuo soccorso” introduceva il concetto di Pop Economy, meglio conosciuta oggi come .

Confesso che quell’articolo è stato per me uno dei più significativi mai letti, ma d’altra parte l’autrice è stata speaker al TEDGlobal 2009 con: “La complicata economia del terrorismo,” una top player italiana padrona assoluta dell’argomento, ma che soprattutto era stata in grado di spiegarlo a chi ancora non conosceva una materia completamente nuova.

Con il tempo ho approfondito la conoscenza della sharing economy, anche attraverso e vorrei condividere alcune fonti che per me sono state di grande ispirazione. I talk scelti dovrebbero aiutare ad andare oltre la conoscenza superficiale intuendo i possibili risvolti che un massiccio utilizzo dell’economia partecipativa potrebbe, o meglio, potrà portare nella vita dei cittadini globali.

I tre speaker che ci aiuteranno a comprendere meglio l’evoluzione dell’economia partecipativa sono soprattutto dei visionari, capaci di vedere più lontano delle persone comuni, immaginando scenari che nel tempo si sono puntualmente concretizzati.

Iniziamo da Robin Chase, fondatrice e CEO di Buzzcar, un servizio innovativo di car sharing operante in Francia. Il suo talk, registrato al TEDGlobal 2012 di Edimburgo, dura poco più di 12 minuti ed è stato filmato a luglio 2012. Tradotto s’intitola: Mi scusi, posso affittare la vostra auto?

Nei primi anni 2000, ha fondato Zipcar negli Stati Uniti, la più grande società di car sharing del mondo. Con Buzzcar (acquistata da Drivy nel 2015) ha esplorato il next-level del car sharing in Francia, consentendo alle persone di affittare la propria auto ad altri, ma è soprattutto la visione più grande, quella che lei chiama Peers. Inc. ad indicare una nuova definizione di proprietà e imprenditorialità.

Il secondo intervento è affidato a Rachel Botsman, co-autrice con Roo Rogers del libro What’s Mine Is Yours (2010) dove sviluppa il concetto di “consumo collaborativo“. Il suo talk, registrato al TEDGlobal 2012 di Edimburgo, dura quasi 20 minuti ed è stato filmato a giugno 2012. Tradotto il titolo è: La moneta della nuova economia è la fiducia.

Sistemi di consumo collaborativo come Airbnb e TaskRabbit hanno reso possibile misurare e valorizzare la fiducia tra estranei. La reputazione è diventata il capitale della nuova economia, riuscendo quasi a trasformare il comportamento in moneta di scambio.

L’ultimo intervento è di Shivani Siroya, CEO e fondatrice di InVenture, una società che facilita l’accesso finanziario a piccoli imprenditori di tutto il mondo attraverso strumenti di monitoraggio finanziario mobile. Il suo talk, registrato al TED2016 di Vancouver, dura circa 8 minuti ed è stato filmato a febbraio 2016. Tradotto il titolo suona come: Un prestito intelligente per le persone senza storia di credito.

Sono 2,5 miliardi le persone che non hanno accesso al credito bancario, più di un terzo della popolazione mondiale non ha un punteggio di credito che gli istituti usano per valutarne la solvibilità. Ritroviamo la reputazione anche in questo talk, con la start-up InVenture che utilizza dati mobili inaccessibili alle banche per creare un’identità finanziaria basata sul comportamento.

(Foto di GotCreditCC BY 2.0)

Matteo Piselli

Matteo Piselli

Curatore di TEDxAssisi, è consulente digitale e formatore. È Responsabile della comunicazione di Fuseum per pura passione e partecipa a tutti gli eventi che portano innovazione nel suo territorio. Inguaribile esploratore, ha sempre la testa sul progetto futuro, prima ancora di completare quello presente.

Facebook Twitter LinkedIn 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This