News

#DigitalTransformation: le PMI che adottano tecnologie digitali crescono di più

digital no

La fa bene alle piccole e medie imprese: quelle che hanno adottato le tecnologie digitali mostrano una crescita più rapida rispetto a quelle che non lo hanno ancora fatto. E’ quanto emerge da uno studio promosso da SAP che si basa su un campione di 3.210 aziende presenti in 11 paesi con 10-999 dipendenti. L’analisi, condotta dalla società di ricerca , indica che su scala globale le stanno iniziando a comprendere e a beneficiare del valore degli analytics, di software collaborativi e per lo sviluppo della relazione con i clienti (CRM), tutti strumenti che permettono di gestire il proprio business più facilmente e di competere anche con le aziende di grandi dimensioni.

I risultati più significativi dello studio riguardano il tasso di adozione e i benefici che le PMI stanno ottenendo dalle tecnologie di ultima generazione. Oltre il 39% delle PMI di tutto il mondo concorda che “la partecipazione attiva nella digital economy è fondamentale per la propria sopravvivenza nei prossimi 3-5 anni”. Le PMI che nell’ultimo anno hanno registrato un fatturato in crescita del 10% hanno confermato di “aver adottato tecnologie innovative per connettere persone, dispositivi e la rete di clienti e partner”.  Questo dato rappresenta circa un terzo del campione e oltre il 45% delle aziende che impiegano dai 500 ai 999 dipendenti. Il 50,6% delle PMI intervistato, infine, utilizza software collaborativi come conseguenza del proprio processo di trasformazione digitale. Queste soluzioni risultano essere la tecnologia più utilizzata dal campione seguite da soluzioni di CRM e di business analytics, utilizzate rispettivamente dal 38% e il 37% del campione.

Molti i risultati ottenibili con la digital transformation: tra il 52,5% e il 60,2% delle PMI intervistate ha commentato che le “nuove tecnologie hanno permesso di migliorare il flusso di lavoro, di semplificare le operazioni e aumentare la produttività”. Ma non mancano timori e dubbi: tra il 35% e il 45% delle PMI intervistate è “preoccupato di dover fare troppo affidamento sui dati per prendere decisioni di business efficaci”. Questo aspetto è stato riscontrato principalmente tra le aziende di medio-grande dimensioni.

Lo studio ha anche rivelato che le PMI sono consapevoli di alcuni rischi e sfide legati alla trasformazione digitale, molte delle quali sono più percepite in Nord America, Asia-Pacifico e EMEA. Quasi un quarto (24,7%) delle piccole e medie imprese del Nord America, ad esempio, conferma di aver fatto “poco o niente” in termini di trasformazione digitale.

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This