Market & Business

IDC: mobility ancora in crescita, previsti 1.800 miliardi dollari investimenti nel 2019

Mobile

La tecnologia ha completamente ridisegnato i processi di business tradizionali e secondo la nuova “Worldwide Semiannual Mobility Spending Guide” di sia i consumatori sia le imprese vi investiranno e spenderanno sempre di più. In particolare, afferma che vedremo un tasso di crescita composto del 2,7%, passando da una spesa attuale di 1.700 miliardi di dollari, a 1.800 miliardi di dollari nel 2019. La regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) rappresenterà l’area geografica in cui avverrà il 29% degli investimenti totali nel mobile entro il 2019, raggiungendo i 538 miliardi di dollari.

Questi numeri presentano un quadro che lascia pensare ad un mercato maturo, ma bisogna considerare anche che le aziende di tutti i settori stanno ancora incrementando ancora di più le loro capacità sul mobile, spinte dall’utilizzo sempre più evoluto dei device da parte dei consumatori; per i lavoratori inizialmente la tecnologia mobilie ha significato la rimozione del “desk-bounding” (letteralmente, attaccati al desk) e ha consentiro loro di lavorare in mobilità, ma vantaggi e cambiamenti non si sono limitati a questi, spiega IDC.

Proprio per seguirne le dinamiche evolutive e tracciare la rotta dei prossimi anni, IDC ha raccolto tutti i dati per settore cercando di capire in che modo le aziende stanno investendo nella tecnologia mobile:

  • Per il settore manifatturiero, il mobile potrà affrontare le esigenze specifiche e fornire ai dipendenti molti sistemi per migliorare la propria produttività, rendere più efficiente la catena del valore, ottimizzare la gestione delle scorte e altro; questo è vero soprattutto nella regione EMEA, dove la spesa per la mobilità passerà da 29 miliardi a 32 miliardi di dollari entro il 2019, crescendo ad un tasso del 2,8%;
  • Gli istituti bancari investiranno molto in mobilità e secondo le previsioni di IDC si passerà dagli attuali 14 miliardi ai 17 miliardi di dollari in investimenti entro il 2019, con un tasso di crescita del 4,9%; questo incremento così evidente è dovuto alla forte esigenza del settore bancario di fornire ai dipendenti dispositivi mobili per accedere alle informazioni di lavoro e per essere più produttivi;
  • Il settore retail ha già beneficiato molto dall’adozione del mobile commerce da parte dei consumatori ma IDC stima che il settore continuerà crescere: in EMEA, gli investimenti dei retailer per il mobile cresceranno ad un tasso annuale del 3,3%, toccando i 13 milioni di dollari nel 2019; la possibilità di collegare gli stock di magazzino o i processi di distribuzione alla capacità di ordinare in mobilità dei clienti sarà un ottima fonte di redditività per i retailer, specie per quelli piccoli e di settore, che dovranno competere con i grandi rivenditori.

Per questi motivi: “in un contesto in cui le aziende hanno la necessità di fornire accesso alle informazioni in qualsiasi momento e ovunque, concentrarsi sulle strategie mobile è un’opportunità per per le imprese in tutti i mercati migliorando le comunicazioni, l’accessibilità, la portabilità e la produttività dei dipendenti“, ha dichiarato Andrea Minonne, analista di IDC European Industry Solutions.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This