Market & Business

Safer Internet Day: in Ue i timori sulla sicurezza limitano e-commerce e banking online

Europe

In Europa la quota di chi nel corso del 2015 ha avuto problemi legati alla sicurezza web, come virus sui device, violazioni di informazioni personali, perdite finanziarie o accesso dei minori a siti inappropriati, è stata del 25% mentre il 75% degli utenti non ha avuto problemi di sicurezza nel corso dello scorso anno. E’ questa la fotografia che scattano i dati resi pubblici in occasione della Giornata europea per la sicurezza su internet, il “”.

Nel complesso una buona notizia che si accompagna però alla constatazione che i timori legati alla sicurezza abbiano comunque indotto nel corso dello scorso anno, a comportamenti che hanno in qualche modo limitato l’uso della rete: secondo l’indagine 1 cittadino su 5 non ha comprato online (19%) o non ha svolto attività di online banking (18%) in 2015, e 13% non ha usato internet via mobile o via connessione wireless diversa da quella domestica. Anche nei singoli Paesi i timori hanno influenzato negativamente talune attività. In Italia, ad esempio,  il 24% degli utenti internet non ha fatto shopping online (25%), non ha utilzizato servizi di e-banking (24%) e non si è connesso tramite smartphone in posti altri se non da casa (19%). 

Nel complesso Paesi dove i cittadini hanno avuto meno problemi di sicurezza internet nel 2015 sono la Repubblica ceca (10%), l’Olanda (11%), la Slovacchia (13%) e l’Irlanda (14%). Ad avere avuto più problemi, invece, i croati (42%), gli ungheresi (39%), i portoghesi (36%), i maltesi (34%) e i francesi (33%). L’Italia, con il 28%, si situa allo stesso livello di Svezia ed Estonia, verso la metà bassa della classifica.

 

Eurostat

L’Italia ha registrato un miglioramento nella lotta ai virus informatici: nel 2010 quasi un italiano su due (45%) aveva avuto problemi, cinque anni dopo meno di un quarto (24%). Resta leggermente al di sopra della media Ue, che è al 21%, che però è diminuita decisamente in modo più lento (era al 31% cinque anni fa). I Paesi che più hanno diminuito i problemi di virus sono stati Slovacchia (-38pp), Bulgaria (-30pp), Lettonia (-24pp), Malta (-22pp), e Slovenia (-21pp, alla pari dell’Italia). Olandesi (6%), cechi (8%) e slovacchi (9%) sono stati i più immuni ai virus, mentre le maggiori vittime ci sono state tra i croati (41%), ungheresi (36%), portoghesi (33%), francesi (29%), bulgari e maltesi (entrambi 28%).

 

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This