#OpenLibri

#OpenLibri: Didattica Musicale e Software Open Source

Copertina-recesioni-open (3)

Il Software Libero e l’ sono diffusi in moltissimi settori: uno di quelli in cui stanno assumendo sempre maggiore peso è la produzione musicale. I programmi open per fare musica sono tanti e soddisfano le esigenze sia dei professionisti che dei semplici amatori, ma c’è un’altra categoria di persone per cui questi applicativi sono utilissimi: gli insegnanti di musica.

Salvatore Livecchi, autore del libro che presentiamo oggi, è proprio un insegnante di materie musicali, che insegna in diversi istituti di Aosta.

Nonostante il titolo possa indurre a pensarlo, “ Musicale e Software Open Source” non è un manuale, in quanto non spiega come installare i vari software (dal sistema operativo ai singoli applicativi), né come utilizzarli, così come non parla quasi per niente di hardware.

Lo scopo del suo libro è di fornire ai lettori delle indicazioni sui software da utilizzare nella propria attività quotidiana, presentando i vantaggi e gli svantaggi delle diverse soluzioni.

L’opera è suddivisa in due parti: nella prima vengono introdotti i concetti di software libero e open source, viene spiegato cosa li distingue dal software proprietario, quale ruolo debba avere la tecnologia nell’insegnamento e quale sia l’importanza dell’uso del FLOSS nella didattica; nella seconda parte vengono illustrati i sistemi operativi ed alcuni software disponibili, suddivisi per categoria (videoscrittura musicale, sequencer, programmazione audio, ecc.). È presente anche un elenco di distribuzioni GNU/Linux specifiche per la produzione multimediale.

Come tutti i libri che parlano di software, anche questo si scontra con il problema dell’obsolescenza delle informazioni: gli applicativi evolvono e cambiano in fretta, le distribuzioni nascono e muoiono ogni giorno e, naturalmente, i supporti cartacei non possono essere aggiornati facilmente come una pagina di un wiki, perciò le informazioni contenute nel testo, perlomeno quelle riguardanti le release dei software e lo stato di attività delle distribuzioni, possono perdere di utilità nel giro di poco tempo.

Nonostante il libro sia rivolto in particolar modo ai docenti, esso si rivela interessante anche per tutte le altre persone che hanno a che fare ogni giorno, per lavoro o per diletto, con il meraviglioso mondo della musica.

Motivi per leggerlo:

  • Offre una buona introduzione a Software Libero ed Open Source
  • Elenca software per diversi livelli di utilizzo, base e avanzato
  • Spiega perché è importante usare il FLOSS nella didattica

Motivi per non leggerlo:

  • Può risultare poco interessante per chi non si occupa di musica
  • Alcune informazioni sono leggermente datate

Recensioni oper - voto e testo (2) 

Francesco Marinucci

Francesco Marinucci

Appassionato di informatica e tecnologia, nel 2008 scopre il software libero e GNU/Linux, di cui diventa un fervido sostenitore. Packager e membro del team di amministrazione della distribuzione GNU/Linux Chakra, è socio del GNU/LUG Perugia e di LibreItalia. Collabora alla traduzione di software open source e pratica il Judo.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This