Digitaliani

Un mare di utenti e un mare di dati: entro il 2020 il traffico mobile crescerà di otto volte

mobile

Un vero e proprio mare di utenti e un mare di dati da : è quello che sarà il mondo nei prossimi anni secondo i dati del Visual Networking Index (VNI) di Cisco relativamente alle previsioni del traffico mobile nel quinquennio 2015-2020. Entro il 2020, infatti, ci saranno 5,5 miliardi di utenti di telefonia mobile, che rappresentano il 70% per cento della popolazione mondiale. A spingere il volano sono un insieme di fattori che vanno dall’adozione di dispositivi mobili, alll’aumento della copertura mobile, passando per la domanda di contenuti mobili: tutti stanno generando una crescita del numero di utenti due volte più veloce rispetto alla crescita della popolazione mondial tanto che l’ondata di utenti mobili, dispositivi intelligenti, video mobile e reti 4G faranno inoltre aumentare il traffico dati mobile di otto volte nel corso dei prossimi cinque anni.

image005

I dati in dettaglio

Secondo le proiezioni, i dispositivi e le connessioni mobile intelligenti rappresenteranno il 72% del totale dei dispositivi e di connessioni mobile entro il 2020, in crescita rispetto al 36% registrato nel 2015. Si prevede che entro il 2020 i dispositivi intelligenti genereranno il 98% del traffico dati mobile. Dal punto di vista del singolo dispositivo, gli smartphone stanno dominando il traffico mobile. Entro il 2020 rappresenteranno l’81% del traffico mobile totale, rispetto al 76% del 2015. La proliferazione di telefoni cellulari, tra cui “phablets” (dispositivi “ibridi” che uniscono funzionalità tipiche di smartphone e tablet) è caratterizzata da una crescita così rapida che entro il 2020 il numero di persone che possiedono telefoni cellulari (5,4 miliardi) supererà il numero di persone che hanno energia elettrica (5,3 miliardi), acqua (3,5 miliardi) e auto (2,8 miliardi di euro). Em ancora, entro il 2020, oltre il 75% del traffico dati mobile al mondo sarà costituito da contenuti video.

image007

Il video mobile avrà il tasso di crescita più elevato di qualsiasi altra applicazione mobile. La richiesta da parte di utenti consumer e business di una maggiore risoluzione del video, una maggiore larghezza di banda e velocità di elaborazione porterà ad un maggiore utilizzo di dispositivi connessi 4G. Si prevede che le connessioni 4G supereranno quelle 2G entro il 2018, e quelle 3G entro il 2020. Entro il 2020 il 4G rappresenterà oltre il 70% di tutto il traffico mobile e le connessioni 4G genereranno un traffico mensile di sei volte superiore rispetto alle connessioni non-4G.

“Di fronte al costante aumento di miliardi di persone e cose che si connettono, la mobility è il mezzo principale che oggi sta permettendo la trasformazione digitale a livello globale“, ha dichiarato Doug Webster, vice president of service provider marketing di Cisco. “Ulteriori innovazioni nel mondo del cellulare come le tecnologie 5G e le soluzioni Wi-Fi saranno indispensabili per rispondere alle esigenze di scalabilità, alle problematiche di sicurezza, e alle richieste degli utenti sempre più esigenti. Inoltre, il progresso dell’Internet delle cose continuerà a portare benefici concreti a persone, imprese, e alla società in generale.

Per effetto dell’ nel 2020 ci saranno 11,6 miliardi di dispositivi o connessioni mobile-ready, tra cui 8,5 miliardi di dispositivi mobile personali e 3,1 miliardi di connessioni M2M rispetto a 7,9 miliardi di dispositivi mobile-ready e connessioni M2M in totale nel 2015 dove le connessioni M2M si riferiscono alle applicazioni che consentono a sistemi wireless e cablati di comunicare con altri dispositivi dotati della stessa abilità (ad esempio, GPS o navigatori, soluzioni di controllo dei beni, contatori per le utenze, sistemi di sicurezza o videosorveglianza, sistemi di monitoraggio medicale, ecc.). I dispositivi wearable possono essere indossati (per esempio smart watch e monitor per la salute) e sono in grado di comunicare alla rete direttamente tramite la connettività cellulare incorporata o attraverso un altro dispositivo (tipicamente uno smartphone) via Bluetooth, Wi-Fi, ecc. Ai fini dei conteggi nelle previsioni, tali dispositivi indossabili rientrano nella categoria M2M.

Connessioni 4G
Secondo Cisco la velocità media globale della rete mobile aumenterà di 3,2 volte dal 2015 (2,0 Mbps) al 2020 (6,5 Mbps). L’adozione del 4G a livello globale è il principale catalizzatore per i miglioramenti alla velocità delle connessioni mobile. Entro il 2020  le connessioni 4G rappresenteranno il 40,5% di tutte le connessioni mobile, in crescita dal 13,7% del 2015 mentre il 3G rappresenterà il 38,7% di tutte le connessioni cellulari rispetto al 33,7% del 2015,  Il traffico 4G crescerà di 13 volte nel quinquennio 2015-2020. Entro il 2020, le connessioni 4G rappresenteranno il 72% del traffico totale dei dati mobile, in crescita dal 47% del traffico totale di dati mobile del 2015.

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This