Digitaliani

Tornano i Google Glass: pieghevoli, più potenti e per le imprese

google glass

La notizia aveva deluso molti fan che già immaginavano un futuro fatto di Glass e realtà aumentata: lo scorso gennaio Google aveva annunciato la sospensione della vendita degli smart glass ai singoli acquirenti, puntando tutto sui clienti business.

Promessa a quanto pare mantenuta se le foto pubblicate da 9to5google si rivelassero vere: il blog ha infatti scovato nei database della Federal Communications Commission un documento Google con cui il colosso ha presentato i nuovi device all’autorità Usa. La “Enterprise Edition”, scrive il blog 9to5google, presenta alcune differenze rispetto alla versione Explorer commercializzata in passato: i nuovi Glass sono pieghevoli come un normale paio di occhiali e hanno una dotazione tecnologica più potente, con supporto a connessione Wi-Fi 5GHz, processore Intel più veloce e migliore fotocamera. Dovrebbero essere anche resistenti all’acqua e avere una durata di batteria maggiore. Secondo il Wall Street Journal i nuovi Glass garantirebbero anche una visuale più ampia grazie al prisma più grande.

Nonostante Google non abbia ancora ufficializzato la novità, secondo il blog 9to5google la compagnia avrebbe già distribuito centinaia di unità di questi Glass a compagnie partner del progetto “Glass for Works” per testarne impiego e software.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This