Visions

I big dell’industria dei PC riuniti in una campagna per rilanciare le vendite

pc-does-what_cover

pc-does-what_top-articolo

Parte oggi, 19 ottobre, negli Usa e in Cina, i due mercati che da soli valgono il 50 per cento delle vendite di pc,  la campagna che vede riuniti Microsoft e da una parte con i principali produttori di pc , e dall’altra,  e che ha l’obiettivo di mostrare ai possibili clienti le potenzialità dei pc di nuova generazione.

La campagna pubblicitaria ruota attorno ad una serie di spot pubblicitari che mostra cosa è in grado di fare la nuova generazione di pc.

L’obiettivo è quello di favorire il ricambio generazionale dei pc esistenti : secondo Intel si tratterebbe di oltre 500 milioni di macchine con più di 5 anni e i cui proprietari sono il target della campagna pubblicitaria il cui budget complessivo dovrebbe aggirarsi sui 70 milioni di dollari. Il motivo di fondo che ha spinto 5 grandi gruppi a riunirsi in un’inedita coalizione è la continua contrazione delle vendite di pc. Un rallentamento che neanche la nuova versione di 10 è riuscita fermare,  perché per la maggior parte la decisione è stata quella di scaricare la versione gratuita anziché optare per un upgrade del proprio personal computer.

Secondo Idc il mercato dei pc ha registrato una contrazione del 10,8 per cento delle vendite nel 3 trimestre di quest’anno, passando da 79,5 a 70,9 milioni di pezzi in un contesto nel quale Lenovo ha rafforzato la sua posizione di numero  1 al mondo, con il 21 per cento di market share, seguita da Hp e Dell rispettivamente con il 19,6 e con il 14,3 per cento.

“Il mercato dei pc continua a contrarsi come previsto” afferma Jay Chou, Research Manager di IDC secondo cui le spedizioni di pc saranno ostacolate nel breve periodo dalla disponibilità dell’aggiornamento gratuito di Windows 10 “ma il miglioramento della user experience connesso al nuovo sistema operativo dovrebbe contribuire a stabilizzare il mercato nel 2016 e oltre”.

Un’opinione, quella sulla stabilizzazione del mercato dei pc, che sembra essere condivisa anche da Gianfranco Lanci, Presidente e Chief Operating Officer di Lenovo secondo cui “quella dei PC è la base solida su cui Lenovo ha costruito per diventare leader tecnologico globale, e il suo successo contribuisce agli altri nostri motori di crescita, ovvero il business dei server e quello del mobile.  Abbiamo registrato da parte dei consumatori una risposta migliore a Windows 10, e riteniamo che questo trend continuerà e contribuirà a far crescere la domanda di nuovi PC a più lungo termine – a differenza forse di quanto accaduto nell’ultimo trimestre, in cui molti utenti hanno optato per l’aggiornamento gratuito, anziché acquistare nuovi PC”.

pc_vedita_idc_3-2015

Fabio Ricceri

Fabio Ricceri

Lavora da oltre 20 anni nel mondo editoriale e di internet, occupandosi di marketing e pubblicità. Laureato in Scienze Politiche Internazionali ha lavorato per Il Sole 24 Ore e per il gruppo Editori PerlaFinanza, è stato in Telecom Italia per il lancio di Tin.it e ha partecipato allo start up di Excite Italia. Attualmente si occupa di digital advertising per il gruppo Hearst Magazine Italia.

Twitter LinkedIn 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This