Open 4 Business

24 ottobre: un Linux Day per aziende

linuxday

Il 24 Ottobre ogni anno si celebra il Linux Day in tutta Italia che ha lo scopo di promuovere non solo Linux ma il mondo nelle sue mille forme e realtà. Ogni LUG, ovvero Linux User Group, sul territorio organizza quindi un evento con talk, incontri e dimostrazioni aperte a tutti. Questa edizione è dedicata al tema del Contribuire su cui gira proprio il mondo open source.

Cos’è il per le aziende?

Un modo per scoprire il da appassionati, da un punto di vista non commerciale che possa aiutare gli imprenditori a capire i benefici che comportano tali soluzioni passando una giornata in modo piacevole. Spesso gli eventi di promozione di open source sono realizzati da aziende per promuovere i loro prodotti ma è chiaro che un appassionato puó spiegare i privilegi e i benefici in modo differente senza cercare di vendere nulla.

Cosa é l’Open Source per le aziende?

La possibilità di avere la proprietà sul programma che non lega ad un fornitore per le sue modifiche. Quindi indipendenza, semplificazione, libertà di scelta e estendibilità.
Il punto debole sottolineato più spesso è la necessità di formazione del personale che dovrà usare il nuovo software libero. Ma formare è investire sui propri dipendenti che possono, in questo modo, crescere e migliorare le proprie conoscenze e la produttività.

Un esempio “in famiglia”

Per fare un esempio concreto potrei raccontare che nel negozio della mia famiglia fino al 2008 è stato usato Microsoft Works 97 per le fatture perché il modello di partenza era stato creato in quel formato. Inutile dire che quel programma é “morto” nel 2003, quando Office ha preso il suo posto.

Le vecchie fatture sono rimaste, pertanto, in quel formato non leggibile (in quanto non compatibile con Office) mentre le nuove sono su un nuovo formato: ods di LibreOffice che ha preso il suo posto. Scegliendo un nuovo formato aperto e standard supportato da prima del 2008, ancora oggi è leggibile e fruibile da molti altri programmi.

Se non avessi fatto questa migrazione nel 2008 forse avrei dovuto farla oggi con tutti i limiti tecnologici del caso e con la migrazione di altri 10 anni di fatture.

Open Source vuol dire accessibilitá sul prodotto

open

 

Il software libero è: aggiornamenti di sicurezza più veloci dei concorrenti, nuove funzionalità e possibilità di espansione senza nuove spese, materiale e documentazione gratuita. In pratica sei padrone del tuo programma anche se lo realizza qualcun altro!

Industria Italiana del Software Libero

E’ una community di professionisti italiani che lavorano e contribuiscono al software open source che si sta per costituire in associazione. Obiettivo della community è sensibilizzare le aziende verso la migrazione a soluzioni libere. Industria è il punto di contatto tra gli appassionati e i professionisti, un appoggio importante per le aziende che operano nell’open source e che lo scelgono.

L’Open Source nelle aziende é possibile

Non ho parlato di gratuità o di risparmio perché é solo uno dei fattori da valutare ma non il fondamentale. Non ho fatto confronti perché lo scopo non é fare gli integralisti dell’open source ma dimostrare che un altro mondo é possibile nel digitale anche nella propria azienda.

Potrei dire, sempre prendendo ad esempio il negozio di famiglia,  che adesso i computer hanno Debian, sono sincronizzati tra di loro con un Raspberry Pi, non hanno più problemi di virus, non hanno più costi di licenze e la manutenzione è molto facile e veloce.

Se leggendo questo articolo sono emerse parole o termini sconosciuti è il caso di fare un salto al Linux Day, dove sarà possibile avere una visione più ampia sul software libero. Dal vivo. Gratis. Senza inviti. Vestiti anche in borghese (niente cravatta).

Senza dimenticare che al Linux Day si può fare networking a livello locale. Una vera risorsa per le aziende.

 

Daniele Scasciafratte

Daniele Scasciafratte

Nato nel 1990, si ritiene un Open Source Evangelist oltre che contributor e traduttore, lo si puó trovare in molte community come Mozilla, WordPress, LibreItalia o Debian.
Nella vita di tutti giorni é un Full Stack Developer per la sua Web Agency romana Codeat.
Nel 2015 è diventato Mozilla Reps per l’Italia e organizza e partecipa a molti eventi come relatore per l’Italia, inoltre è Vice Presidente di Associazione Italiana dell’Industria del Software Libero, articolista per il network AndMore (HTML5AndMore.info e WPAndMore.info) e per ChimeraRevo.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This