Market & Business

World Payment Report 2015: pagamenti digitali in crescita grazie a Cina ed Asia, +8,9%

mobile payments

I volumi dei pagamenti non-cash del 2014 continueranno a crescere rapidamente, secondo il World Payments Report 2015 realizzato da Capgemini e dalla Royal Bank of Scotland (RBS), studio condotto su base annuale che prende in le più recenti evoluzioni nel panorama globale dell’industria dei pagamenti analizzandone l’andamento.

Secondo il report i pagamenti non-cash cresceranno globalmente dell’8,9% toccando un record di 389,7 miliardi di transazioni, in aumento rispetto al 7,6% di crescita del 2013. Tale crescita risulta dalla combinazione di fattori che comprende la forte crescita dei volumi di transazioni non-cash nei Paesi dell’Asia Emergente e la diffusa adozione di tecnologia mobile per pagamenti nei mercati maturi. Nel 2013 il volume di transazioni non-cash è aumentato più velocemente del PIL di tutte le aree geografiche. Per il 2014 la previsione di crescita è alimentata dalla ripresa economica dei mercati maturi, dalla rapida espansione in Cina, dall’adozione di tecnologia mobile e contactless, e dal passaggio globale verso i sistemi di Pagamento Immediato.

L’Asia Emergente continua a sospingere la crescita

Si calcola che le transazioni non-cash nell’Asia Emergente siano cresciute del 27% nel 2014 rispetto al 22% del 2013 grazie all’aumentato utilizzo di Internet e all’adozione dei pagamenti mobile. In particolare, i volumi di pagamenti non-cash in Cina dovrebbero sorpassare quelli di Germania, Regno Unito, Francia e Corea del Sud arrivando alla quarta posizione a livello globale alle spalle di USA, Eurozona e Brasile che sono rispettivamente posizionati ai primi tre posti. La Cina ha accresciuto i pagamenti non-cash nel 2013 del 37,7%, un record, grazie all’accelerazione dell’apertura del mercato interno delle carte di pagamento ai competitor stranieri e alla diffusione dei POS nel Paese. Anche i pagamenti mobile sono cresciuti significativamente di volume – +170% – raggiungendo 4,5 miliardi di transazioni e diventando un elemento centrale dell’ecosistema cinese dei pagamenti.

Crescono anche i volumi dei Pagamenti Nascosti

I Pagamenti Nascosti, ovvero quelli processati da sistemi non bancari (che comprendono carte a circuito chiuso e app mobile, digital wallet mobile e valute virtuali), sono stimati essere pari al 10% circa (40,9 miliardi) delle transazioni non-cash del 2014 e sono previsti in ulteriore crescita nei prossimi anni. L’assenza di dati coerenti sui Pagamenti Nascosti rende difficoltoso per le banche e i provider non bancari di servizi di pagamento riuscire a determinare modelli operativi e di elaborazione ottimali in tali mercati. Poiché i Pagamenti Nascosti non sono soggetti a regolamentazione, sorgono preoccupazioni relative a possibili violazioni della privacy sui dati dei consumatori, alla sicurezza delle informazioni, alla risoluzione delle dispute ed al contrasto a frodi e riciclaggio, per minimizzare le quali è necessario sviluppare una adeguata regolamentazione.

Il ruolo delle banche

Digital wallet e app mobile sono minano, spiegano gli analisti, il ruolo che le banche possono ancora giocare nel panorama del mobile payment soprattutto grazie a un miglior posizionamento rispetto ai nuovi competitors, che consente di sviluppare innovazioni in grado di migliorare la customer experience e porsi come provider di riferimento in grado di fornire soluzioni olistiche su tutti gli strumenti e i canali. In particolare, nuove offerte e servizi a valore aggiunto possono essere sviluppati intorno ai i Pagamenti Immediati, i quali permettono di effettuare trasferimenti da un conto all’altro in pochi secondi, 24 ore al giorno, consentendo ai clienti di disporre altrettanto rapidamente dei fondi ricevuti. Ma serve costante presidio del fenomeno: “Ogni anno le banche affrontano nuove sfide per innovare e rispondere alle esigenze dei consumatori che chiedono metodi di pagamento più comodi, veloci, sicuri e mobili”, ha dichiarato Andrea Falleni, Senior Vice President, COO FSI & North Market di Capgemini Italia. “A causa di queste pressioni e di innovazioni come i Pagamenti Immediati, i provider di servizi di pagamento devono assumere un approccio a lungo termine e intervenire contemporaneamente sui modelli di business ed operativi”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This