Device

Smartphone, wearable e nuovi processori Intel: la vigilia dell’#IFA15 guarda al futuro

moto-360-

Siamo solo alla vigilia ma l’IFA di , la principale mostra mercato hi-tech d’Europa, ha già confermato con le prime anticipazioni e presentazioni dei colossi hi-tech intervenuti alla manifestazione, quali saranno i principali trend di mercato del prossimo futuro. Smartphone, pc, TV ma anche wearable con gli immancabili , hanno dominato la scena nella due giorni che precede l’avvio ufficiale della Fiera che si terrà dal 4 al 9 settembre.

Gli smartphone
Sono i veri protagonisti della scena IFA per mano non solo dei grandi colossi come Samsung ma soprattutto di nuovi attori che in breve tempo stanno guadagnando grosse fette di mercato.
Lo dicono anche i dati: secondo stime IDC nel solo secondo trimestre del 2015  le vendite globali di smartphone hanno raggiunto le 337,2 milioni di unità, +11,6% su base annua. Una crescita trainata non dalle vendite di smartphone di fascia alta come l’iPhone, quanto dalla grande abbondanza di dispositivi economici che spopolano nei Paesi in via di sviluppo, che possono contare sull’offerta delle oltre 200 aziende concentrate in particolare sulla produzione di cellulari low cost e di fascia media: Huawei ma anche Lenovo e Xiaomi sono concorrenti temibili per i colossi più affermati come Apple e Samsung. Ques’ultima ha sofferto, e soffre, l’avanzata delle low cost tanto da essere stata battuta in Cina dalla debuttante Xiaomi già nel 2014 e aver dovuto pesantemente rivedere le sue strategie legate al business degli smartphone.

Huawei Mate S

Huawei che all’IFA non ha smentito le attese e ha presentato il MATE S, nuova line di device intelligenti, che si presenta non solo con uno schermo AMOLED con vetro curvo 2.5D da 5,5 pollici e scocca in metallo ma soprattutto con l’innovativo  Force Touch, il blasonato sistema touchscreeen basato sulla pressione delle dita, già presente sugli Apple Watch e che Apple dovrebbe montare anche sugli i-Phone. E poi ancora un aggiornamento del Knuckle Sense che permette di gestire le applicazioni sul telefono in modo nuovo, anche con le nocche delle mani.

La vera novità sul fronte smartphone è rappresentata da Gigaset, storica azienda tedesca produttrice di cordless, che ha lanciato la sua prima serie di telefoni intelligenti: GIGASET ME Pure, GIGASET ME e GIGASET ME Pro, che saranno in commercio in Europa e in Cina nell’autunno di quest’anno. Per quello che è stato immediatamente ribattezzato “il clone dell’iPhone”, la sfida non è certamente delle più facili.  E poi ancora, Asus con la nuova linea di device Zenfone 2 Deluxe, Laser, e Max, Selfie e Zoom, e Sony con la nuova generazione di smartphone Xperia Z5, Z5 Compact e Z5 Premium. Infine Acer con ben 4 nuovi smartphone Android che andranno a coprire per la fine del 2015 e l’inizio del 2016 l’intera fascia di prezzo partendo dai più piccoli Liquid Z330 e M330 , Liquid Z530/Z530S  e Liquid Z630/Z630S.

Smartwatch

La due giorni precedente all’apertura dell’IFA anche gli smartwatch hanno tenuto banco e promettono di essere uno degli argomenti più caldi della manifestazione. Il mercato dei wearbale device è in crescita e le prospettive, soprattutto dopo l’entrata in scena dell’Apple Watch, sembrano rosee: Strategy Analytics ritiene che le vendite globali degli smartwatch siano cresciute del 457 %, arrivando a toccare il record di 5 milioni di unità spedite nel secondo trimestre del 2015. L’orologio intelligente di Apple, l’Apple Watch, è stato il protagonista assoluto conquistando ben il 75% della quota di mercato. “L’Apple Watch ha chiaramente aperto le porte all’industria globale degli smartwatch: la palla è ora nel campo dei rivali.”

Motorola

Motorola Moto 360 2

Asus, ad IFA, risponde con un nuovo smartwatch Android Wear di fascia economica con il quale continuare a puntare su un target decisamente diverso rispetto a quello di Apple. Si basa su Android Wear anche il primo dispositivo intelligente di questa categoria di casa Huawei, il Huawei Watch, che ha un sistema di notifiche immediate per chiamate, SMS, instant messages ed email. Supporta la connettività Bluetooth (utile ad esempio per gli auricolari wireless) e implementa una particolare funzione di ricerca dello smartphone connesso, richiamabile tramite comando vocale. Infine Lenovo con Motorola Moto 360 2, anch’essa nuova versione di device già sul mercato, con due versioni dedicate allo sport e alle donne. Da segnalare anche la funzione esclusiva Live Dial, con cui raggiungere rapidamente le applicazioni più utilizzate tramite delle scorciatoie disponibili sulla superficie dell’orologio.

Oltre ai device, e si attende l’avanzata delle TV nei prossimi giorni, IFA ha ospitato anche un importante novità da parte di che ha annunciato il completo rinnovamento della sua intera gamma di processori, Skylike: 28 soluzioni per le più diverse necessità di calcolo. Si va dalle CPU più potenti per i professionisti fino ai Core dedicati ai PC su chiavetta, fino ai processori per le soluzioni Nuc. Una vera rivoluzione al altissima prestazione con cui Intel conferma la centralità che i processori stanno giocando nella partita del mondo connesso, dell’Internet of Everything e non solo. “I device, per dialogare tra loro in rete, a supporto e per effetto della rivoluzione dell’, necessitano sempre più dell’intelligenza che li aiuti a farlo” spiegava l’Ad di Intel Italia Carmine Stragapede “La nostra visione, come Intel, è che i molti oggetti che oggi non possono, per motivi di costi e dimensioni, avere un’intelligenza integrata ed essere connessi al web, in futuro lo saranno grazie alla progressiva combinazione di due fattori cardine: calcolo e comunicazione.” I processori, in altre parole, non solo forniranno capacità di calcolo e quindi intelligenza alle cose, ma faciliteranno ancora di più lo sviluppo di oggetti capaci di collegarsi alla rete e, quindi, di comunicare con altri device e sistemi.

In attesa del grande evento globale di Apple del 9 settembre in cui si prevedono nuovi annunci capaci di influenzare il mercato, il futuro è già all’IIFA 2015.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This