Mobile Payment

IDC: il #MobilePayment pronto per una crescita esplosiva in Asia-Pacifico

Mobile Payment

Il valore del arriverà a 1.000 miliardi di dollari in tutto il mondo entro il 2017, una crescita del 124% rispetto alle stime per il 2015 che parlano di circa 500 milioni di dollari: è quanto emerge da un nuovo report di IDC, secondi cui i mercati dell’ contribuiranno in maniera sostanziale a questo sviluppo, grazie ai pagamenti per le operazioni di mobile commerce e i pagamenti in prossimità che stanno crescendo in tutto il territorio.

La forte crescita del mobile payment sarà dovuta sostanzialmente all’utilizzo del mobile commerce nei paesi emergenti che stanno vivendo adesso un boom di utilizzo di Internet tramite dispositivi mobili dalle proporzioni che definisce inedite. Inoltre, lo scarso livello di adozione delle carte di credito e di debito in Asia-Pacifico potrebbe spostare sempre di più i consumatori verso i pagamenti digitali tramite device.

L’adozione degli smartphone è cresciuta molto più rapidamente rispetto a quella delle carte di credito e dei sistemi bancari tradizionali,” afferma Shiv Putcha, Research Associate Director di IDC Asia –Pacifico. “Se osserviamo tutta l’area, possiamo notare un forte dualismo tra i mercati asiatici maturi come l’Australia, Hong Kong e Singapore rispetto alle economie emergenti come Cina, India e Indonesia. I mercati maturi presentano forti livelli di adozione delle carte di credito e seguono un percorso simile a quello che le economie occidentali hanno conosciuto per il mobile payment”.

Saranno proprio quest’ultimi, secondo IDC, a rappresentare un terreno particolarmente fertile per Apple Pay e Samsung Pay, tuttavia i mercati emergenti dell’Asia, che includono la maggior parte della popolazione, è difficile che seguano la stessa strada. Questi mercati si baseranno piuttosto sul sistema dei semi-closed wallet, dove i consumatori potranno utilizzare i propri smartphone esattamente come farebbero con una carta prepagata, collegandoli esclusivamente ai conti bancari.

In questo contesto diversificato, IDC è stata in grado di identificare e classificare le caratteristiche di questi paesi in tre cluster: Card Payment Leaders, Mobile Payment Leaders and Mobile Money Leaders. Le economie asiatiche mature rimarranno Card Payment Leaders e utilizzeranno il mobile payment come driver per l’introduzione graduale dei pagamenti in prossimità tramite NFC. I restanti mercati asiatici, invece, potranno utilizzare il mobile payment per incrementare il PIL e per affrontare i problemi di inclusione finanziaria nei diversi paesi.

In conclusione, IDC ha identificato diverse opportunità per una crescita importante del mobile payment in tutta l’area Asia Pacifico, escluso il Giappone: le soluzioni di prossimità basate su NFC come Apple Pay e Android Pay potranno diffondersi solo in alcuni mercati asiatici maturi, mentre nei mercati emergenti ci sarà un decollo dei , in particolare per quelli basati sui sistemi di semi-closed wallet emergenti asiatici.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This