Market & Business

PageFair: cresce il numero di utenti che bloccano l’advertising online, +41%

downloads_pagefair_com_reports_adblocking_goes_mainstream_2014_report_pdf

Il numero di utenti che utilizzano software per bloccare gli annunci pubblicitari in tutto il mondo è aumentato con un tasso di crescita del 41%, arrivando alla cifra di ben 198 milioni di utenti attivi ogni mese: è quanto emerge da un report di PageFair in collaborazione con Adobe.

Anche se questa cifra rappresentare solo il 6% della popolazione web mondiale, i software che bloccano gli annunci pubblicitari costeranno (in termini di mancati introiti) la cifra record di 21,8 miliardi di dollari entro la fine del 2015: si tratta di una cifra enorme perché rappresenta il 14% degli investimenti in in tutto il mondo. Secondo le stime, nel 2016 il “danno” agli editori aumenterà quasi del doppio toccando il tetto dei 41,4 miliardi.

La crescita dei software per il blocco degli annunci pubblicitari ha conosciuto un’accelerazione molto forte a partire dal 2013 e preoccupa non poco gli editori. Johnny Ryan, dirigente di PageFair ha dichiarato a Business Insider: “i software per il blocco della pubblicità sono cresciuti viralmente descrivendo una classica curva ad esse, partendo da 50 milioni  di utenti alla fine del 2012 per arrivare a 198 milioni alla fine del secondo trimestre di quest’anno”.

downloads_pagefair_com_reports_adblocking_goes_mainstream_2014_report_pdf

Questa crescita di natura sostanzialmente virale e la curva ascendente che descrive è dovuta al fatto che la maggior parte degli utenti scoprono i sistemi per  bloccare gli annunci attraverso soprattutto il passaparola, ma anche grazie alla loro ricerca on-line. Bloccare la pubblicità è una pratica che si sta diffondendo sempre di più e continuerà nei prossimi anni”.

La ricerca di PageFair e Adobe presenta anche un’analisi che varia da territorio a territorio: gli Stati Uniti hanno una stima di 45 milioni di utenti attivi al mese con una un tasso di crescita del 48%; In tutta Europa, il 35% della popolazione attiva su Internet ha utilizzato almeno una volta al mese una funzione per bloccare la pubblicità. Il paese con il più alto tasso di utilizzo in Europa è la Grecia, con il 36,7% degli utenti di internet nel paese che utilizzano i software.

La ricerca arriva in un momento in cui tutto il comparto dell’adverting è in crescita: il mercato europeo della pubblicità online è raddoppiato in cinque anni secondo IAB Europe, una crescita dell’11,6% nel 2014 per un valore di  30.7 miliardi di euro; in Italia anche la situazione è positiva e, secondo Nielsen, la raccolta pubblicitaria complessiva sul web durante l’arco del 2015 supererà i 2 miliardi, più precisamente 2,1 miliardi di euro, coprendo il 26,5% del totale degli investimenti.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This