Community Open

Community WordPress: istruzioni per l’uso

wp community

L’appuntamento con questa rubrica, che intende spiegare perché e come approcciarsi alle di software libero, è questo mese con la comunità di , il content management system più utilizzato al mondo. Tra gli utilizzatori VIP di , consultabili on line, si trovano Time, Fortune, TechCrunch, Facebook, Spotify o UPS, solo per citarne alcuni.

Avvicinarsi alla community di WordPress è indispensabile per tenersi informati sugli sviluppi, consultare materiali messi a disposizione da altri utenti, cercare la soluzione ad un problema che si incontra nell’utilizzo della piattaforma e, qualora si voglia impiegare bene del tempo, aiutare la community a migliorare il progetto attraverso attività di traduzione o di programmazione.

wordpressLa community vive sotto l’ombrello della fondazione indipendente WordPress.org che garantisce agli utilizzatori dei progetti indipendenza e sicurezza sul software, rilasciato in licenza GPL, che garantisce le quattro libertà fondamentali del software libero: uso, studio, modifica e condivisione. La soluzione di creare una fondazione indipendente per un progetto open source seguito principalmente da un’azienda è usata spesso in ambito open.

In Italia non esiste una community locale che prevale sulle altre: per WordPress ci sono molti gruppi sui social network come Facebook o G+, siti specifici e più di recente una chat sulla piattaforma di messaggistica istantanea Slack che copre i vari aspetti della vita della community stessa o la rinascita recente di http://it.wordpress.org/.

Tramite Slack é possibile vedere che é presente un canale dedicato per ogni incontro meetup effettuato.

La porta d’ingresso della community: il portale wordpress.org
Avvicinarsi a WordPress significa anche conoscere il portale ed il suo ricco contenuto come ad esempio:

  • portale che raccoglie la documentazione per sviluppatori oltre agli handbook, ovvero manuali realizzati in modo comunitario e che spiegano le diverse attività: dallo sviluppo di temi o plugin, alla traduzione
  • portale per la traduzione di WordPress (da effettuarsi tramite il progetto GlotPress) realizzato dalla community e che permette, tramite un’interfaccia simile a Transifex, la traduzione dei progetti ufficiali e di WordPress stesso
  • portale per i plugin con oltre 30mila plugin
  • portale per i temi con oltre 3mila temi

Come conoscere eventi dedicati a WordPress
WordPress.org sponsorizza dei WordCamp organizzati dalle community locali in tutto il mondo e che mancano purtroppo nel nostro Paese.
Tramite il sito ufficiale è possibile rimanere aggiornati sugli eventi mentre sul portale è possibile vedere i vari talk presentati ai WordCamp in formato video.
Nel nostro territorio molti sono i meetup dedicati a WordPress, dove si parla non solo di programmazione ma anche di collaborazione e presentazione di nuovi strumenti, consigli su nuove metodi di marketing, design e novità (come la maledetta recente cookie law).

Qual è l’azienda di riferimento per WordPress?
Automattic è la società fondata nel 2005 da Matt Mullenweg, creatore insieme a Mark Little di Worpress,  fondatore di WordPress.org e punto di riferimento per la comunità mondiale.

Automattic oltre a WordPress offre anche altri servizi come Gravatar (un sistema di condivisione per gli avatar tramite email), Akismet un servizio per il filtraggio di commenti spam o Polldaddy (servizio per la creazione di sondaggi) e molti altri focalizzati sull’ecosistema WordPress (per esempio tramite il plugin Jetpack).

L’azienda conta più di 381 dipendenti (che lavorano in remoto), di cui solo una parte lavora al progetto WordPress. Quantificare i tanti contributor volontari che collaborano al progetto è pressoché impossibile.

Come interagire con la community?
Con la community si entra in contatto tramite i meetup oppure partecipando alle discussioni sui portali WordPress. Tramite la chat Slack é facile incontrare altre persone che vogliono aprire un meetup magari in un posto vicino a dove si vive.

La community comunica tramite il portale, suddiviso in aree che a loro volta sono suddivise in team a seconda del progetto. Sfruttando un sistema simile ai forum ma in stile Reddit si commentano gli aggiornamenti con la possibilità di menzionare altri utenti in modo da poterne ricevere le notifiche.

I vari capi progetto scrivono un resoconto settimanale delle attività svolte con gli aggiornamenti, indicando anche la successiva chiamata settimanale su chat IRC o Slack in cui si pianificano le attività della settimana successiva.

Qualora ci si voglia cimentare come nuovi contributor per la risoluzione di semplici bug, c’è da sapere che WordPress.Org usa Trac per la gestione dei ticket in lavorazione. I piccoli difetti “good first bugs” sono ideali da risolvere per i nuovi contributor perché permettono di svolgere azioni semplici prendendo confidenza con strumenti e modalità di risoluzione dei problemi.

3 consigli per approcciarsi bene alla community

  1. prima di prendersela con WordPress e di segnalare un problema, è preferibile cercare dettagli sull’hosting che si usa visto che specialmente i poco costosi (senza fare nomi quelli a 20 euro l’anno per esempio) possono essere la causa del problema
  2. non usare cose diverse dal servizio proposto per la traduzione qualora ci si voglia proporre come traduttori di plugin
  3. in caso di problemi con un plugin o un tema è preferibile contattare l’autore o usare il forum associato al plugin stesso

Come si segnala un bug?
wp communityI bug per WordPress oltre ad essere descritti in inglese devono essere documentati con un caso di esempio utile a riprodurre il bug.
Successivamente il bug viene revisionato e testato; se confermato partirá una discussione su come risolverlo.
Richieste di una nuove feature devono essere ben motivate visto che spesso esiste già un plugin che implementa la funzione richiesta; pertanto occorre dimostrare l’importanza dell’introdurre la funzionalità dentro WordPress.

3 dritte per contribuire al progetto

  1. iscriversi su wordpress.org e consultare le notizie su wptavern
  2. registrarsi a make.wordpress.org/chat per poter avere l’account sulla chat Slack dove, a livello internazionale, si discute del progetto
  3. Iscriversi su https://italia-wp-community.slack.com e partecipare alle discussioni tramite il forum oltre che ai meetup.

(Si ringrazia Luca Sartoni Co-Organizzatore di WordCamp Europa e Fondatore di WordPress Meetup Romagna per il suo aiuto nella redazione di questo articolo).

Daniele Scasciafratte

Daniele Scasciafratte

Nato nel 1990, si ritiene un Open Source Evangelist oltre che contributor e traduttore, lo si puó trovare in molte community come Mozilla, WordPress, LibreItalia o Debian.
Nella vita di tutti giorni é un Full Stack Developer per la sua Web Agency romana Codeat.
Nel 2015 è diventato Mozilla Reps per l’Italia e organizza e partecipa a molti eventi come relatore per l’Italia, inoltre è Vice Presidente di Associazione Italiana dell’Industria del Software Libero, articolista per il network AndMore (HTML5AndMore.info e WPAndMore.info) e per ChimeraRevo.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Community Mozilla: istruzioni per l'uso | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This