Market & Business

Twitter: trimestre in rosso ma boom dei ricavi, latitano gli utenti

twitter

annuncia i ricavi e i guadagni del secondo semestre: il social network è ancora in rosso ma riduce le perdite e supera le attese degli analisti. Il problema principale, però, è che la sua base utenti non cresce e questo rappresenta un problema fortissimo per l’andamento del social network. Nello specifico, ha dichiarato che la crescita media del numero di utenti al mese è la più lenta in assoluto da quando la società si è quotata in borsa nel 2013.

In dettaglio però, il ricavo totale è aumentato del 61% attestandosi sui 502,4 milioni di dollari rispetto ai 312,2 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente, mentre i ricavi pubblicitari sono aumentati del 63% arrivando ad un totale di 452 milioni.  La perdita netta della società si ridotta a 136,7 milioni (o a 21 centesimi per azione) rispetto ai 144,6 milioni dell’anno precedente. Un buon risultato considerato che gli analisti si aspettavano che Twitter guadagnasse in media circa 4 centesimi per azione su un fatturato totale di 481,3 milioni di dollari.

Questo è inaccettabile e non siamo per niente felici” ha dichiarato Jack Dorsey, CEO ad interim dal 1° luglio, in riferimento al tasso di crescita degli utenti sempre più basso. Twitter ha infatti specificato di aver raggiunto 304 milioni di utenti attivi nel secondo , a fronte di 302 milioni del precedente: si tratta di numeri deludenti che preoccupano considerevolmente gli investitori che non vedono segnali di crescita reale per il futuro.

Non è ottimista nemmeno il CFO di Twitter, Anthony Noto che, come riporta Business Insider, non si aspetta una crescita degli utenti nel breve periodo e, anzi,  ha sottolineato: “ci aspettiamo che (l’aumento degli utenti, ndr) richieda una grande quantità di tempo”. Non si può dire però che Twitter non si stia muovendo per interessare gli utenti: l’aggiunta di nuove funzionalità come il “mentre non c’eri” nel newsfeed, l’arrivo del ““Project Lightning” (un sistema per visualizzare news in tempo reale filtrate da una vera e propria redazione) o l’acquisto di startup innovative come Whetlab, lasciano la speranza per nuovi sviluppi positivi.

Utenti attivi

4 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This