Digitaliani

#IoT: Tracker, droni e sensori cambiano anche il mondo delle assicurazioni

Ford e Toyota puntano sull'integrazione dei mobile device.techeconomy

Secondo BI Intelligence nei prossimi cinque anni la possibilità di connettere alla rete ogni oggetto avrà enormi implicazioni per il settore delle . Gli istituti assicurativi che cercano di ridurre i costi e di migliorare i propri modelli di business, infatti, investiranno sempre di più in soluzioni legate all’Internet of Things, in particolare per quanto riguarda l’analisi e il monitoraggio del livello di affidabilità dei clienti.

Alcuni player nel mercato delle assicurazioni, soprattutto per quanto riguarda i veicoli e la salute, stanno già offrendo un nuovo tipo di contratto chiamato “Usage-based insurance”(UBI), il quale si basa sull’utilizzo dei dispositivi dell’internet of things per monitorare l’attività dei clienti, offrendo sconti e altri incentivi a quelli che seguono comportamenti virtuosi: le stime di BI per la fine del 2015 quantificano che almeno 17 milioni di persone sottoscriveranno un contratto UBI, una cifra importante e destinata a crescere.

Inoltre, sempre secondo BI, entro il 2020 più di 50 milioni di automobilisti statunitensi sottoscriveranno un contratto assicurativo UBI; per quanto riguarda il settore sanitario, gli assicuratori stanno dotando i propri clienti di tracker gratuiti per il fitness, offrendo premi e vantaggi se si raggiungono obbiettivi di allenamento prestabiliti ogni giorno.

Non è tutto qui però, l’ potrà ridurre i rischi e mitigare i costi per gli assicuratori anche in altri modi: basti pensare alle analisi predittive per gli eventi metereologici (avvertendo i clienti di possibili rischi) oppure all’utilizzo dei droni per la verifica dei danni in real time a seguito di un incidente. Secondo le stime della società di consulenza Cognizant, proprio l’utilizzo dei droni porterà ad un incremento dell’efficacia delle rilevazioni dei periti assicurativi del 40-50%.

Cosa ne penseranno i clienti, quella sarà tutta un’altra storia…

Grafico

Eugenio Maddalena

Eugenio Maddalena

Consulente di comunicazione digitale e formatore, è appassionato delle dinamiche che riguardano l’impatto delle nuove culture digitali all’interno della società, dal business alla politica. Nasce nel 1987, anno in cui si sono sciolti gli Smiths e sono nati i Nirvana.

Facebook Twitter LinkedIn Google+ 

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: #IoT 2015: come cambierà la mobilità? #Infografica | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This