Market & Business

Compra su Google: ecco il tasto “buy” di BigG (e Facebook insegue)

pog-mocks

Novità dal mondo dello : e hanno confermato in queste ore di essere a lavoro per  offrire agli utenti la possibilità di fare acquisti direttamente dalle rispettive piattaforme, senza dover andare su siti e e-commerce delle aziende.

Google, che già aveva confermato i molti rumor sul tema, ha ufficializzato la nuova funzionalità che si chiama “Purchase on Google”, Compra su Google, e sarà integrata direttamente nelle SERP: i consumatori, vedranno un pulsante dedicato all’acquisto in alcuni annunci sponsorizzati nelle pagine di ricerca sui propri dispositivi mobile; premendo sul pulsante si aprirà una pagina dedicata dove sarà possibile effettuare l’acquisto. Un dettaglio importante è che la pagina di acquisto Google recherà il nome e il logo dell’azienda che sta vendendo effettivamente il prodotto: la società ha sottolineato che questa scelta è dettata dall’idea di non voler porre distanze e barriere tra i retailer e i propri clienti.

Come riporta TechCrunch, il colosso di Mountain View ha dichiarato che sta testando questa funzione grazie ad una partnership siglata una decina di retailer proprio in queste settimane, con l’intenzione di  renderla accessibile a tutti i consumatori e a tutte le aziende USA entro la fine del 2015 o, al più tardi, all’inizio del 2016.

pog-mocks

Quasi contemporaneamente anche Facebook spiega stare testando sulle pagine aziendali un pulsante “buy “ e una sezione “shop”: in sostanza sarà possibile implementare “vetrine” e gallery dove mostrare i propri prodotti all’interno delle pagine, trasformandole così in un canale diretto d’acquisto. Facebook ha confermato che la nuova funzionalità è in questo periodo in fase di sperimentazione su un numero ristretto di utenti e aziende.

Come evidenzia il mockup diffuso da Facebook, dal mobile sarà possibile visualizzare una nuova sezione denominata “shop” direttamente in pagina, mentre nella versione da desktop la sezione avrà una propria scheda a parte dedicata. La sezione però non obbliga i retailer a vendere tramite Facebook: le aziende potranno liberamente scegliere se eseguire le vendite direttamente dalla pagina oppure se veicolare gli utenti sul proprio e-commerce al momento dell’effettiva transazione.

Facebook shop mockup

Entrambe le notizie arrivano in un contesto in cui anche altre piattaforme social stanno cercando di aumentare i propri sforzi (e con essi, ovviamente, le entrate) per offrire agli utenti esperienze di shopping direttamente sui propri siti: Pinterest, su tutti, ha dato il via al primo luglio proprio al tasto buy sulle sue board (solo per utenti USA e iOS), attraverso una  nuova particolare categoria di pin, i “Buyable Pins”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This