Device

Gartner: 2,5 miliardi di device spediti entro 2015, +1,5% in un anno

internet_connected_devices

prevede che nel mondo saranno spediti complessivamente, considerando PCs, tablet, ultramobile e telefonini, 2,5 miliardi di device entro la fine 2015, con un incremento del 1,5% rispetto al 2014; la spesa degli utenti finali per i dispositivi sarà di circa 606 miliardi di dollari e mostrerà, per la prima volta dal 2010, un calo del 5,7%.

Le nostre previsioni per la crescita delle spedizione nel 2015 è sceso dell’1,3 % rispetto alla stima dello scorso trimestre“, ha dichiarato Ranjit Atwal, research director di Gartner. “Ciò è in parte dovuto a un rallentamento costante degli acquisti di PC in Europa occidentale, Russia e Giappone, in gran parte a causa dell’aumento dei prezzi conseguente alla svalutazione delle monete locali nei confronti del dollaro.”

L’unico mercato che continua a mostrare una crescita è quello della telefonia mobile, dove, al contrario, i prezzi continuano a scendere. I mercati emergenti stanno guidando il mercato degli smartphone verso l’alto ed è la Cina a guidare il trend. La fine della migrazione da Windows XP, invece, ha influenzato negativamente il mercato dei PC a livello mondiale nel corso del primo semestre del 2015; ma, ribadisce Gartner, la causa predominante del calo di spedizioni resta comunque la svalutazione delle monete nei confronti del dollaro.

Per quanto riguarda il mercato globale dei PC è prevista la spedizione di circa 300 milioni di unità entro la fine del 2015, con un calo del 4,5% su base annua. “Non ci aspettiamo che il mercato globale dei PC recuperi per il 2016“, ha detto Atwal.

Anche il segmento dell’ultramobile (nel quale rientrano ad esempio gli iPad, iPad mini, Samsung Galaxy Tab S 10.5, Nexus 7 e Acer Iconia Tab 8), segue il ritmo della contrazione: le spedizioni per gli ultramobile sono stimate per un totale di 214 milioni di unità, con un calo del 5,3% su base annua.

Il mercato dei tablet  deve fare i conti con un minor numero di nuovi acquirenti, cicli di vita di prodotto prolungati e poca innovazione che favorisce nuovi acquisti“, ha dichiarato Roberta Cozza, research director di Gartner. “Allo stesso tempo, il valore di un smartwatch per l’utente medio non è ancora abbastanza convincente per l’acquisto e l’impatto dei wearable rimane trascurabile. Il tablet è diventato un ‘bel dispositivo da possedere’, ma a differenza dello smartphone non vi è alcuna reale necessità di aggiornarlo regolarmente“. “Ci aspettiamo anche che il mercato dei tablet raggiunga una penetrazione del 50% delle famiglie nei mercati maturi entro il 2016“, ha concluso Cozza.

Il tasso di crescita del mercato della telefonia mobile rallenterà del 3,3% entro la fine del 2015. “Il mercato globale è stato interessato da una performance più debole in Cina. Siamo stati testimoni di un numero inferiore di acquirenti per la prima volta in Cina, un segno che il mercato ci sta raggiungendo la saturazione. I fornitori in Cina dovranno convincere gli acquirenti a sostituire i device e a migliorare il fascino delle loro offerte di fascia alta se vogliono mantenere o aumentare la loro quota di mercato“, ha dichiarato Annette Zimmermann, direttore di ricerca di Gartner.

Tabella Gartner

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This