Device

#Wearable, in aumento il numero di brevetti: Samsung in testa

wearable device

In forte aumento il numero di per la tecnologia : secondo un report dell’istituto di ricerca Lux Research, infatti, il loro numero è cresciuto ad un tasso annuo del 40% dal 2010 ad oggi, con 41.301 complessivi depositati.

Prima in assoluto è , seguita da Qualcomm e Apple: nello spiegare il primato di , gli osservatori di mercato affermano che l’azienda coreana sta cercando di investire molto su un mercato tecnologico fiorente, che vedrà una forte crescita nei prossimi anni in particolare per il tasso di utilizzo da parte dei consumatori.

L’analista di Lux Research Tony Sun ha dichiarato in una e-mail al Washington Times: “focalizzarsi sui device indossabili, come gli smartwatch, è una scelta ovvia per le attuali capacità di produzione di Samsung, sia dal punto di vista del portafoglio tecnologico che possiede l’azienda, sia per la tipologia dei propri clienti“.

Gli analisti di Lux Research sostengono anche che un aumento della produzione dei brevetti potrebbe essere un segno del fatto che i produttori stanno cercando di trasformare e innovare ulteriormente l’industria della tecnologia wearable. “Al di là delle aziende tecnologiche tradizionali, è possibile constatare anche molti sforzi per innovare provenienti da aziende produttrici di dispositivi medici come Philips, così come dalle aziende IT come Google“, ha continuato Tony Sun.

Se però da un lato aumentano i brevetti, dall’altro non mancano le difficoltà: secondo la ricerca infatti, il problema principale per i consumatori è il costo dei wearable. Secondo un sondaggio, il 70% degli adulti è a conoscenza dei dispositivi wearable, ma solo il 15% ne usa uno. Il Nielsen Connected Life Report afferma anche che il 72% degli utenti vorrebbe che i device wearable fossero meno costosi.

La crescita però è fuori discussione: secondo una ricerca di IDC diffusa all’inizio di giugno, nel corso del primo trimestre di quest’anno sono stati spediti circa 11,4 milioni di dispositivi indossabili in tutto il mondo: una cifra record, il triplo di quanto registrato nel primo trimestre dell’anno precedente (“solo” 3,8 milioni di device in totale).

Eugenio Maddalena

Eugenio Maddalena

Consulente di comunicazione digitale e formatore, è appassionato delle dinamiche che riguardano l’impatto delle nuove culture digitali all’interno della società, dal business alla politica. Nasce nel 1987, anno in cui si sono sciolti gli Smiths e sono nati i Nirvana.

Facebook Twitter LinkedIn Google+ 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This