Legal & Digital Rights

Sicurezza e privacy: utenti Apple vs utenti non Apple, quali differenze?

Persone che usano dispositivi differenti hanno anche esigenze di e privacy differenti? ha rivolto a 1000 intervistati americani ‘utenti ’ e altri 1000 intervistati che ‘non sono utenti ’ 20 domande, tra cui quale tipo di dispositivi usano, perché li usano, e cosa pensano della loro sicurezza e privacy online.

Secondo Sean Sullivan, Security Advisor di F-Secure, i risultati dipingono un quadro degli utenti Apple come più mobili e più aperti a prendersi rischi online, ma anche più aperti ad adottare tecnologie che permettano loro di gestire questi rischi. “E’ interessante perché gli utenti della community Apple la considerano più sicura delle altre, e forse questo è il motivo per cui sono più mobili e più flessibili quando si tratta di scegliere dove fare transazioni commerciali. Molti utenti Apple hanno usato VPN, quindi molti di loro sembrano essere a conoscenza sia dei problemi che delle soluzioni per la loro privacy online.”

Vediamo i dati nel dettaglio:

  •  il 46% degli intervistati utenti-Apple ha dichiarato che usa i dispositivi mobili per fare la maggior parte delle transazioni commerciali, contro il 14% degli intervistati non-Apple
  • il 56% degli utenti-Apple ha dichiarato di connettersi al wi-fi pubblico più di una volta alla settimana, rispetto al 29% degli intervistati non-Apple.
  • il 44% degli intervistati utenti-Apple hanno, o stanno pianificando di usarla, una rete virtuale privata (VPN), contro il 27% degli intervistati non-Apple.
  • la maggioranza degli intervistati utenti-Apple ha dichiarato che pagherebbe oltre 100 dollari per recuperare contenuti persi o rubati, mentre la maggior parte degli intervistati non-Apple dichiara che pagherebbe meno di 100 dollari.
  • la maggior parte degli intervistati utenti-Apple pensano che i propri amici li descriverebbero come persone ‘creative’.
  • molti degli intervistati utenti-Apple pensano che la community di cui fanno parte (chi usa dispositivi Apple più di tutti) sia più sicura dei gruppi di utenti che usano altri dispositivi.

Molti intervistati utenti-Apple hanno dichiarato che i loro amici li avrebbero descritti come ‘creativi’ rispetto agli intervistati non-Apple, il che rende gli intervistati utenti-Apple una percentuale significativa del numero totale di persone ‘creative’ nell’indagine. Poiché la maggior parte degli intervistati utenti-Apple hanno associato se stessi alla creatività rispetto a chi usa dispositivi differenti, questo ‘campione’ di creativi ha permesso di fare alcuni approfondimenti ulteriori su come differenti gruppi di persone vedono e usano i loro dispositivi in modo differente. Ecco alcuni interessanti risultati riguardo gli intervistati ‘creativi’:

  • la maggioranza degli intervistati creativi ha dichiarato che pagherebbe 100 dollari o più per recuperare contenuti persi o rubati, mentre la maggioranza degli intervistati del secondo gruppo che definiremo ‘efficienti’ pagherebbe meno di 100 dollari.
  • il 44% degli intervistati creativi hanno o stanno pianificando di usare una VPN rispetto a solo il 30% degli intervistati ‘efficienti’.
  • il 37% degli intervistati creativi ritiene di essere più vulnerabile alle minacce online rispetto ad altre persone che usano gli stessi dispositivi, comparati a solo il 25% di intervistati ‘efficienti’.

Sullivan non è rimasto sorpreso nel constatare che la maggioranza di tutti coloro che hanno risposto ritiene che la propria community sia meno vulnerabile, ma è rimasto sorpreso dal fatto che gli intervistati creativi sembravano contraddire questo trend. “E’ il pregiudizio dell’ottimismo – un fenomeno psicologico molto noto. Ma ciò che risulta affascinante è che i creativi hanno mostrato meno pregiudizio dell’ottimismo che non gli ‘efficienti’ ” ha sottolineato Sullivan. “Sto ipotizzando, ma questo può essere dovuto al fatto che i creativi sono maggiormente in grado di percepire le minacce. E se si considera come gli utenti Apple siano inclini alla creatività, potremmo dire che gli utenti Apple sono meno disillusi riguardo alla loro sicurezza.”

AppleVsothers

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This