Market & Business

L’enterprise mobility fa bene alle imprese italiane: i dati di CA Technologies

Enterprise mobility

Il 70% circa delle realtà italiane che hanno attuato una strategia di enterprise mobility ha già ottenuto, o prevede di ottenere, tempi più brevi di immissione sul mercato per nuove applicazioni e servizi. Contemporaneamente, il 67% riferisce di un incremento dell’utilizzo dei propri software/servizi da parte dei clienti, mentre il 63% indica un miglioramento complessivo della user experience. E’ quanto sostiene la ricerca Mobility: Why Your Customers Aren’t Satisfied and What to Do About It,  commissionata da e condotta da Vanson Bourne su 1425 figure dirigenziali d’azienda in 13 Paesi, tra cui Italia, Francia, Germania, Spagna, Svizzera e Regno Unito. 

“Le aziende che adottano un approccio olistico nella loro strategia di enterprise mobility si trovano in netto vantaggio. Nella nuova app economy, queste imprese registrano una crescita del numero di clienti, della customer satisfaction e un time to market più breve”, ha dichiarato Francesco Tragni, Sr Principal Consultant, CA Technologies. “Questa ricerca mostra che, nonostante la maggioranza delle aziende offra almeno una soluzione mobile, sono poche quelle davvero convinte dell’offerta resa disponibile al cliente. Questo problema può essere risolto con una strategia di Enterprise Mobility”.

Le aziende italiane che hanno adottato soluzioni di Enterprise Mobility stanno già raccogliendo i frutti con risultati misurabili: la ricerca ha infatti rivelato un incremento del 29% nella customer satisfaction, un miglioramento del 26% nella user experience complessiva e una crescita del 21% nel numero di clienti che utilizzano software o servizi delle aziende intervistate.

Lo studio ha inoltre evidenziato una sempre maggiore attenzione da parte delle imprese italiane verso le iniziative di Enterprise Mobility, che viene vista come uno strumento per usufruire degli stessi vantaggi già realizzati dalle loro omologhe. Circa il 70% dei dirigenti intervistati ha dichiarato di aver già adottato strategie di Enterprise Mobility o di avere in progetto di farlo nei prossimi due anni. Attraverso queste iniziative le aziende interpellate mirano ad ampliare il parco clienti (citato dal 34% dei soggetti intervistati), rafforzare la notorietà del brand (31%) e tenere il passo con la concorrenza o distinguersi (31%).

Tragni ha osservato: “I dati di questo studio sottolineano la necessità di attuare un cambiamento di rotta in materia di strategia e cultura d’impresa se si vuole seriamente competere sul fronte dell’Application Economy. Le imprese devono adottare un approccio top-down, dai vertici alla base, abbracciando appieno soluzioni come DevOps, una metodologia ‘software-first’ e una strategia di Enterprise Mobility che coinvolga tutta l’azienda”.

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This