Digitaliani

Sulle tracce della filiera grazie all’#IoE: Barilla e i prodotti tracciabili via QR code

barilla2

Tracciare completamente la filiera di produzione e trasformazione di prodotti alimentari con le tecnologie digitali in piena ottica : è quello che ha fatto che oggi ha svelato due prodotti, che saranno in vendita a Expo 2015 in edizione limitata, per cui sarà possibile attraverso un QR code, accedere a un sito web che racconta “la storia” dello specifico lotto di produzione. Si tratta della pasta nel formato Farfalle e il sugo al Basilico per cui sarà possibile per esempio seguire il percorso della pasta iniziando dal campo di grano, per scoprire dove e come è stato seminato, coltivato e raccolto; entrare nel mulino, per apprendere i vari passaggi della trasformazione e dello stoccaggio della semola; percorrere tutte le fasi di produzione della pasta, dalla lavorazione delle materie prime alla fase di trasformazione, al confezionamento e all’etichettatura del prodotto finito.

barilla2Un progetto innovativo che è stato realizzato all’interno di una iniziativa altrettanto innovativa e ambiziosa che coinvolge diversi attori: Cisco, Penelope e NTTDATA, da tempo impegnate nell’iniziativa Safety For Food (S4F) che consente, mediante la piattaforma tecnologica ValueGo, la tracciabilità e rintracciabilità delle produzioni agroalimentari, secondo regole e standard internazionali in materia di sicurezza, qualità degli alimenti e origine delle materie prime. 

La limited edition di Farfalle e Sugo al Basilico Barilla, che sarà presentata a Expo, è il risultato della collaborazione con la piattaforma tecnologica e innovativa Safety For Food” dichiara Giorgio Beltrami, Quality, Food Safety e Regulatory Global Director di Barilla G.e R. Fratelli. Siamo davvero soddisfatti di sperimentare queste nuove tecnologie a supporto di una sempre più efficace gestione di tutti i processi a garanzia della sicurezza alimentare e per un’informazione sempre più trasparente e puntuale alle persone relativa a tutti i dati generati nelle diverse fasi della filiera”.

Safety For Food è un progetto complesso e ambizioso che si pone come obiettivo primario, attraverso l’adesione del più ampio numero possibile di organizzazioni e aziende, la realizzazione di una “banca dati mondiale” dei prodotti agroalimentari. “Safety For Food accompagna nel futuro l’agroalimentare, comparto economico chiave per il nostro paese. Questa piattaforma rappresenta un chiaro esempio di ciò che oggi possiamo fare collegando, grazie alla tecnologia disponibile, sempre più elementi materiali e immateriali del nostro mondo per sfruttare appieno il potenziale dell’Internet of Everything.  Connettendo e facendo interagire persone, dati, oggetti, processi che compongono la filiera, aziende e organizzazioni del settore possono rinnovarsi e crescere, con grande vantaggio anche per i consumatori” commenta Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia. “Siamo orgogliosi di potere collaborare con Barilla in questa iniziativa che, attraverso i visitatori di Expo, metterà letteralmente “nelle mani” del mondo intero l’eccellenza alimentare ed anche l’eccellenza tecnologica che l’Italia è in grado di produrre”. 

L’iniziativa di Barilla, e di tutte quelle imprese legate all’agroalimentare che stanno aprendo catene produttive alla tecnologia, pongono due fattori al centro dell’attenzione, oltre al prodotto: i consumatori e la sicurezza alimentare.

Il consumatore, che in questo caso, può controllare la filiera produttiva e valutare anche l’impegno dell’azienda nell’ottica della trasparenza e della social responsability, è posto nella condizione di essere protagonista della esperienza di acquisto, prima, e quella della degustazione poi.  Le persone si aspettano sempre più comunicazione trasparente e social responsibilities da parte delle aziende” dichiara Walter Ruffinoni, Amministratore Delegato di NTT DATA Italia. “Grazie a questa iniziativa, Barilla “fa parlare” i prodotti. In questo modo il prodotto racconta una storia, la sua storia, e la correla alla cultura del territorio in cui è nato. Il fatto che un’azienda italiana come Barilla abbia abbracciato questo progetto ci riempie di orgoglio”.

Il tema della sicurezza è strettamente correlato al consumatore che, per prodotti tracciati grazie alle tecnologie, può valutarne anche qualità e genuinità.  “Come centro di competenza abbiamo contribuito alla definizione del progetto Safety for Food, grazie al nostro brevetto ValueGo, dichiara Francesco Marandino, Amministratore Delegato di Penelope SPA. “ValueGo rappresenta un sistema integrato di tracciamento e garanzia che segue tutte le fasi delle singole filiere produttive, dall’origine al consumo. Una delle principali innovazioni del sistema è, infatti, connessa alla semplificazione del processo di lettura delle informazioni che consente al consumatore, attraverso l’opportuna interrogazione dell’etichetta intelligente, di poter accedere in tempo reale ai dati relativi alla storia del prodotto. Con questo sistema si è di fatto introdotto un nuovo strumento per la lotta alla contraffazione e per la salute dei cittadini.”

barilla1

 

 

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: #IoETalks: ecosistemi integrati a supporto dell’innovazione, intervista ad Agostino Santoni | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This