Net4Work

Come non distrarsi ed essere più produttivi con 5 app e servizi on line

Internet-distraction 2

Il – al quale ricorriamo tutti al fine di sopravvivere tra quello che effettivamente dovremo fare e dieci notifiche, cinque email, due messaggi, venti nuove conversazioni su Whatsapp – sembra che vada applicato “con moderazione”. Ma adesso che siamo abituati a saltare da un dispositivo all’altro, a leggere una notifica mentre guidiamo, a rispondere ad una email mentre parliamo con una persona al telefono, a sbirciare Facebook mentre ascoltiamo qualcuno parlare in una riunione come possiamo moderarci? Come sempre la tecnologia ci aiuta anche a difenderci da se stessa con e servizi utili a migliorare la produttività limitando le distrazioni.

  • StayFocusdStayfocusd. Estensione per il browser Chrome che consente di determinare un limite di tempo “consentito” per alcuni siti (per esempio i social network) raggiunto il quale non è più possibile collegarsi. Per chi usa Firefox è disponibile LeechBlock, mentre per chi cerca app per iOS, Android e Windows ci sono Freedom (che mette il filtro ad alcuni siti) o Anti-Social (che filtra i social network). Entrambe le app sono a pagamento.
  • FocusBooster. Per chi ha sposato (o vuole solo conviverci per qualche tempo) con la tecnica del pomodoro, che prevede 25 minuti di concentrazione su una singola attività e poi 5 minuti di pausa, questo servizio per Mac e pc fa al caso suo. FocusBooster (gratuito solo per una prova) fa da “timer” infatti consentendo di lavorare per 25 minuti e di far suonare “la campanella” per i 5 di pausa in cui poter sbirciare qualcosa di diverso dalla cosa alla quale si sta lavorando. Simili a questo servizio on line sono le app Clockwork Tomato, Semplice Pomodoro o Simple pomodoro.
  • Rescuetime. Servizio gratuito (con possibilità di acquistare opzioni aggiuntive) che consente di tracciare le attività che si fanno su pc, andando ad acquisire consapevolezza rispetto, per esempio, alla quantità di tempo trascorso su Internet e sui social. Permette di inviare notifiche nel momento in cui si “eccede” in una certa attività e di bloccare alcuni siti che ci distraggono.
  • Omniwriter. Disponibile per pc, Mac è adatto a chi desidera concentrarsi sulla scrittura senza avere altre distrazioni. Trasforma infatti il pc in una specie di word processor di vecchia generazione mettendo la finestra a tutto schermo e limitando così le tentazioni del multitasking.
  • Do not disturb. Se si vuole mettere un freno anche alle notifiche acustiche del telefono o alle telefonate in arrivo, questa applicazione gratuita per Android permette di silenziare “a comando” secondo un calendario predefinito e di creare liste di persone con cui ci distraiamo volentieri. Con lo stesso nome ma con funzioni diverse la Do not Disturb estensione di Chrome che consente di porre un blocco agli avvisi o ai contenuti “invasivi” (come per esempio i suggerimenti di articoli sponsorizzati) sul browser.

In alternativa a questi servizi potete continuare a trascorrere il tempo a disposizione rimbalzando da una finestra all’altra, da un messaggio email a un mi piace su Facebook, da un retwett all’invio di una faccina su Whatsapp, procrastinando in eterno secondo le preziose indicazioni contenute nella “Nobile arte del cazzeggio”.

Sonia Montegiove

Sonia Montegiove

Responsabile editoriale di Tech Economy.
Presidente dell’Associazione LibreItalia, è analista programmatore e formatore. È giornalista per passione ed è entrata a far parte della redazione di Girl Geek Life , convinta che le donne possano essere avvicinate alle nuove tecnologie scrivendo in modo chiaro e selezionando le notizie nel modo giusto.

Facebook Twitter Skype 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This