Market & Business

Verizon compra AOL per 4,4 miliardi di dollari

verizon_2

, colosso Usa delle telecomunicazioni, acquista lo storico internet service provider per 4,4 miliardi di dollari, un accordo tutto in contanti che valuta  50 dollari per azione, con un premio del 23% rispetto alla media degli ultimi tre mesi. L’anticipazione data dal Wall Street Journal è stata confermata anche da in una nota a firma di Tim Armstrong, amministratore delegato di .

“Negli ultimi cinque anni, si legge, AOL è tornata a crescere investendo nel futuro di contenuti, video e piattaforme. Ora abbiamo l’opportunità di spostare impegni e asset in un mercato ancora più vasto e con opportunità esponenzialmente più ampie attraverso l’unione di Verizon con AOL.” L’unione di Verizon e AOL “crea quella che ritengo la maggiore società mobile e video degli Stati Uniti” afferma Armstrong.

L’acquisizione rientra nei piani di Verizon di crescere nei video sui dispositivi mobili e nella pubblicità e con AOL, Verizon acquista la tecnologia avanzata per lo vendita della pubblicità e per i video di alta qualità. Verizon ha annunciato nei mesi scorsi la sua intenzione di lanciare un servizio video per i dispositivi mobili, con un mix di contenuti a pagamento e non senza però tentare di replicare il modello della televisione. Time Warner ha deciso lo spin off di AOL nel 2009. AOL ha chiuso il 2014 con ricavi per 2,5 miliardi di dollari e un utile di 126 milioni di dollari. 

L’annuncio a sorpresa dell’acquisizione di AOL mostra come le “reti di comunicazione fisiche” non sono un vantaggio competitivo, come il “potere delle reti” sta svanendo. Lo erano qualche anno fa, ma ora la tecnologia cellulare è solo un ‘back up’ grazie alle reti wi fi e a Google e Facebook con i loro dirigibili e le reti a fibra ottica. La considerazione è del Wall Street Journal che sottolinea che quando è stato lanciato l’iPhone nel 2007, Apple e Verizon avevano la stessa capitalizzazione di mercato, 115 miliardi di dollari. Apple vale ora 735 miliardi di dollari, il doppio di Verizon e At&t messe insieme.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Microsoft cede: display advertsing ad AOL e mappe ad Uber | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This