Market & Business

Non solo Netflix: anche Airbnb sbarca a Cuba

Cuba

sbarca a : il popolare servizio permetterà viaggiatori americani di prenotare sistemazioni a . Si tratta di una delle azioni più significative sino ad ora nel processo di espansione del business degli Stati Uniti sull’isola dopo la dichiarazione di distensione tra i due paesi alla fine dell’anno scorso. Per mezzo secolo, infatti, l’embargo degli Stati Uniti ha impedito alle aziende, incluse quelle web, di entrare nel mercato cubano. Nel mese di gennaio, invece, l’amministrazione Obama ha allentato una serie di restrizioni per le imprese e molti sono i colossi che ne stanno approfittando.

La ricerca di “Cuba” su Airbnb per ora riguarderà più di 1.000 proprietà in tutta l’isola, il 40% a L’Avana e il resto in destinazioni turistiche come Cienfuegos, a poche ore di distanza sulla costa meridionale. “Crediamo che Cuba possa diventare uno dei più grandi mercati per Airbnb in America Latina”, ha detto Kay Kuehne, direttore regionale dell’azionda. “Ci stiamo connettendo a una cultura di micro-imprese già esistente a Cuba: i padroni di casa cubani a hanno fatto per decenni quello che noi abbiamo iniziato a fare appena sette anni fa.” Uno degli elementi più sviluppati e importanti del settore imprenditoriale di Cuba, infatti, è sempre stata la fitta rete di camere private e case per i turisti che ha contraddistinto per decenni l’accoglienza cubana alternativa agli hotel. 

Netflix e MasterCard hanno già sbloccato i loro servizi s Cuba, ma solo una manciata di isolani hanno connessioni abbastanza veloci per lo streaming Netflix, e la maggior parte degli emittenti di carte di credito vieta ancora transazioni da Cuba, il che rende la mossa di MasterCard piuttosto simbolica per ora. Mentre quello di Airbnb, proprio per questo motivo, potrebbe rappresentare lo sviluppo più significativo per gli imprenditori di tutta l’isola e per rafforzare un’economia statale stagnante. Che sono, poi, gli obiettivi principali dell’amministrazione Obama nei rapporti di disgelo con Cuba.

Per il momento i viaggiatori non US non potranno utilizzare il servizio di prenotazione di Airbnb.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Record Airbnb: ora vale 25 miliardi, il doppio di Expedia | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This