Market & Business

Cashless City: Pa, banche e imprese insieme per città senza contanti

Contoallarovescia_1aprile

A partire dal prossimo 4 maggio Bergamo sarà una città senza contanti o meglio, una Cashless City. L’iniziativa è stata presentata dal sindaco Giorgio Gori e dall’ad di CartaSi, Laura Cioli, che ha sottolineato come “il nostro paese ha un’incidenza di transazioni elettroniche pari al 14,3% contro il 31,8 dei grandi d’Europa ed il 46,8% dei primi della classe (Norvegia, Svezia e Finlandia). Il progetto parte da Bergamo, come ha spiegato il sindaco Giorgio Gori e, a fine anno, dopo una valutazione sul raggiungimento degli obiettivi di raddoppiare ampiamente” le attuali 34 transazioni medie pro-capite annue contro le 181 dell’Inghilterra, potrà essere “esteso ad altre città italiane”.

Obiettivo di , si legge in  una nota, è dimostrare che, se c’è collaborazione tra Pubblica Amministrazione, sistema bancario e imprese, è possibile rendere i pagamenti elettronici di uso quotidiano, aumentandone sensibilmente l’incidenza, agendo su due direttrici: semplificazione della vita e vantaggi per i cittadini (accessibilità ai servizi, sicurezza, miglior controllo delle spese) e tangibile spinta all’economia (eliminazione dei costi di gestione del contante, trasparenza).

Negli oltre sei mesi di sperimentazione sono previsti incentivi per coloro i quali utilizzeranno solo strumenti di pagamento elettronici, con la distribuzione di buoni spesa giornalieri utilizzabili in tutti gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa. Incentivi a premio sono previsti anche per gli esercizi commerciali – ha spiegato l’ad di CartaSi Cioli – e per il Comune, sottoforma, ha detto il sindaco Gori “di premi che non possiamo anticipare ma che costituiscono una grande utilità pubblica“.

Il coinvolgimento attivo dell’intera città di Bergamo inizierà a partire dal 4 maggio e potranno parteciparvi tutti i cittadini titolari di una qualsiasi carta di pagamento e tutti gli esercenti dotati di un POS. Sono infatti previsti sia premi individuali (per cittadini ed esercenti) con meccanismi instant win e con estrazioni settimanali, sia premi collettivi come la realizzazione di opere pubbliche di interesse per tutta la città. Per partecipare si effettua un acquisto con carta, si fotografa lo scontrino e si carica la foto sulla APP dedicata al progetto. Titolare della carta ed esercente partecipano così all’estrazione dei premi individuali. Alla vincita dei premi collettivi per la città, invece, concorrono tutti i pagamenti effettuati con carte, anche quelli per i quali non si carica la foto dello scontrino sulla app.

Siamo orgogliosi – ha detto Gori – di essere i pionieri di questo progetto che fa di Bergamo una can do city ossia una città in cui “si possono realizzare dei progetti”. Proprio l’amministrazione comunale ha deciso di compiere il primo passo per far decollare il progetto dotando i propri uffici di “50 pos per l’anagrafe, i tributi e la polizia municipale“.

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This